Ricerca avanzata

Il Il nome della rosa

Il Il nome della rosa - Eco Umberto - wuz.it

di

Il romanzo d'esordio nella narrativa di Umberto Eco. Ecco alcuni commenti: "Il libro più intelligente - ma anche più divertente - di questi ultimi anni" (L. Gustafsson, Der Spiegel); "Il libro è così ricco che permette tutti i livelli di lettura ... Eco, ancora bravo!" (Robert Maggiori, Libèration); "Brio e ironia. Eco è andato a scuola dai migliori modelli" (R. Ellmann, The New York Review of Books); "Precisamente il genere di libro che, se fossi un milionario, comanderei su misura" (Punch); "È riuscito a scrivere un libro che si legge tutto d'un fiato, accattivante, comico, inatteso..." (M. Fusco, Le Monde).

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 36 lettori

Il voto della community

8,0
  • Trama 8,9
  • Personaggi 8,3
  • Stile 8,3
  • Incipit 7,2
  • Finale 8,3
  • Copertina 7,2

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Lorena il 16 mar 2014 21:57 Segnala abuso

    L'intreccio, la ricerca di indizi e le deduzioni di Guglielmo fanno de Il nome della rosa un bellissimo giallo di deduzione, del tipo che sono difficili da trovare e piacevolissimi da leggere,...

    leggi tutto »

    L'intreccio, la ricerca di indizi e le deduzioni di Guglielmo fanno de Il nome della rosa un bellissimo giallo di deduzione, del tipo che sono difficili da trovare e piacevolissimi da leggere, ma... c'è un ma. Se ci fermassimo solo a questa prima impressione non ci sarebbe nulla da ridire su questo romanzo, peccato che non ci sia solo questo. Partendo come saggista e poi cimentandosi in un romanzo Eco ha mescolato i due generi, rendendo in alcuni punti Il nome della rosa particolarmente pesante ed ostico. Ostentazione della propria conoscenza? Desiderio di istruire i suoi lettori e spingerli a riflettere? Qualunque fosse l'idea di partenza di Eco, ha finito col rendere questo premiato romanzo italiano non adatto a tutti i lettori, ed è un vero peccato, perché meriterebbe di essere letto. Non dico che sarebbe stato meglio se Eco avesse eliminato gli approfondimenti per limitarsi al semplice giallo, che è l'ossatura del romanzo. No, così facendo il romanzo avrebbe perso parte del suo fascino, ma forse ha esagerato un po'. Bisogna ricordare però che Il nome della rosa è il primo romanzo scritto da Eco, quindi gli si può perdonare questo suo inciampo nei propri piedi, ci sono autori che hanno fatto anche di peggio e non sono mai migliorati. Per lo meno lo stesso Eco considera il proprio romanzo, un libro sopravvalutato e non così eccelso come lo dipinge la critica: e se è lui a dirlo...

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(36)

Tutti i lettori

Biografia

Eco Umberto
Eco Umberto

Critico, saggista, scrittore e semiologo di fama internazionale. A ventidue anni si è... leggi tutto