Ricerca avanzata

Recensioni


    • Inferno di Brown Dan


      Credo che Dan Brown inizi ad essere un po' ripetitivo e a corto di idee. Gli elementi dei suoi libri sono sempre gli stessi: un mistero da svelare, la lotta contro il tempo, una affascinante compagna d'avventure, cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia. Speravo che con "Inferno" Brown si distaccasse dall'intreccio arcinoto e si avventurasse in qualcosa di nuovo, diverso. Ma niente da fare. L'unico motivo per il quale sono riuscita a terminare questo libro è stata la superba capacità descrittiva dell'autore di luoghi come Firenze, Venezia e Istanbul, effettivamente fa venire voglia di chiudere il libro e correre in un'agenzia per prenotare un viaggio in quei luoghi meravigliosi...magari Dan Brown ha un futuro come tour operator!!! Lo sconsiglio a tutti, specie a chi non ha letto più niente di questo scrittore dopo "Il codice da Vinci".



      Scritto da palmaleona, lunedì 28 ottobre 2013

        Segnala abuso

    • L' L' ultima volta che l'ho vista di Link Charlotte


      L'unica cosa che posso dire su questo thriller che dalla trama prometteva molto bene è che è stato una vera delusione. La scrittrice mette troppa carne al fuoco, i suoi personaggi sono molto stereotipati e il lettore si aspetta qualcosa di veramente sorprendente che possa dare un senso alla sua lettura. Ma questo qualcosa non arriva mai, l'esito è quello più ovvio possibile, la suspance è ridotta ai minimi storici ed è inutile dire che il finale è spaventosamente deludente. Il lettore viene caricato di aspettative che non vengono esaudite dallo svolgimento della trama. E pensare che Charlotte Link è stata pubblicizzata come una brava scrittrice di thriller...Non lo consiglierei nemmeno come esercizio di lettura.



      Scritto da palmaleona, lunedì 28 ottobre 2013

        Segnala abuso

    • ZeroZeroZero di Saviano Roberto


      Il più grande pregio di Saviano è la sua capacità di trasformare i libri in attenti e puntuali reportage giornalistici. In "Zero Zero Zero" viene raccontato con ricchezza estrema di dettagli tutto ciò che ruota intorno alla cocaina dai cartelli messicani, colombiani, guatemaltechi e calabresi agli effetti della sostanza sui consumatori ai racconti dei pusher. Sicuramente è un testo con forte valore informativo che tutti dovrebbero leggere per rendersi conto di cosa ci sia dietro al consumo di droghe, ma che credo molti si annoieranno a leggere per l'estremo dilungarsi dell'autore su cifre, personaggi dai nomi insoliti e date. Penso che pochi ragazzi sarebbero attratti dalla lettura di un libro talmente pesante da battere in noia e sbuffi anche i testi scolastici. Maggiore snellezza e ritmo narrativo sarebbero stati di grande aiuto al lettore data l'importanza dell'argomento trattato.



      Scritto da palmaleona, lunedì 28 ottobre 2013

        Segnala abuso

    • Archeologia misterica di Bürgin Luc


      Questo libro propone un'interessante carrellata di anomalie e stranezze archeologiche tenute nascoste ai più dall'archeologia ufficiale; si va dai geroglifici in Amazzonia alle raffigurazioni di ufo in grotte americane, dalle piramidi in Cina alla città sommersa in Giappone fino alle lampade raffigurate in una tomba egizia e un codice segreto ritrovato nella Bibbia. L'autore non da per vere le scoperte ed i ritrovamenti di cui parla, non vuole imporre il suo punto di vista al lettore, propone agli studiosi affermati e stimati semplicemente di far conoscere alla gente queste anomalie storiche lasciando a loro la facoltà di stabilire l'originalità della loro natura, insomma propone un approccio più libero e meno accademico di fronte a delle scoperte impossibili suggerendo tra le righe che non accadrebbe nulla se qualcosa dimostrasse che la storia non è come è stata scritta fino ad ora, bisognerebbe solo riscriverla. Questo libro, inoltre, secondo il mio modesto parere, è stato lo spunto per diverse puntate di Voyager e per "La biblioteca dei morti" di Glenn Cooper. Leggere per credere.



      Scritto da palmaleona, lunedì 28 ottobre 2013

        Segnala abuso

    • Espiazione di McEwan Ian


      Il tema della colpa e della sua espiazione sono o meglio sarebbero al centro della trama narrativa di questo libro. Dico sarebbero perché lo spazio che a mio parere lo scrittore avrebbe dovuto dare ad una maggiore articolazione della trama viene occupato da noiosissime descrizioni di fontane, giardini, edifici o particolari di oggetti . Più che il racconto delle vicende della piccola Briony l'autore sembra voler mostrare quanto sia bravo a scrivere. Non mi è piaciuto il finale poco pensato e banale rispetto all'impianto pesante e ridondante del libro. Noiosissimo.



      Scritto da palmaleona, lunedì 28 ottobre 2013

        Segnala abuso

    • Assassine di Tani Cinzia


      Cinzia tani propone una lunga e importante carrellata di donne note alle cronache dei tempi o agli annali storici per i loro misfatti perpetrati ai danni degli uomini che si innamoravano di loro, dei loro figli o di altre creature che nessun legame avevano con loro se non quello di essere oggetto delle loro perversioni o bramosie. E' interessante scoprire, come, nel corso degli secoli, la donna sia stata vittima di ingiustizie processuali o a una valutazione superficiale delle sue responsabilità legate al suo essere femminile. I resoconti dei processi riportati in questo libro ben rendono l'idea dell'evoluzione dei comportamenti della società nei confronti della donna e della durezza della sua condizione che col tempo è migliorata certamente , ma che purtroppo, in troppi casi fin troppo frequenti al giorno d'oggi, è la stessa dei secoli in cui l'uomo considerava la donna un oggetto di cui poteva disporre a proprio piacimento. Il femminicidio del nuovo millennio è figlio di secoli di pregiudizi, e , la cosa a mio parere più dolorosa è che gli uomini che oggi uccidono una donna sono figli di donne che li hanno educati all'idea di avere al loro fianco una donna servile ed obbediente e non fanno nulla per educarli al rispetto e all'uguaglianza. Considero questo saggio un affascinante strumento di riflessione alla luce delle notizie delle cronache riportate quotidianamente dai giornali italiani.



      Scritto da palmaleona, domenica 27 ottobre 2013

      Piace a 1 utente della community

        Segnala abuso
Già iscritto?
Iscriviti