Ricerca avanzata
Recensione

Con te fino alla fine del mondo copertina

Con te fino alla fine del mondo di Nicolas Barreau

“No, amico mio, non è vero.” Aristide sorrise con l’aria di chi la sa lunga. “Ti sei preso una bella cotta. Cosa ti impedisce di interrompere lo scambio di lettere con la misteriosa Principessa? Nessuno ti obbliga a stare al gioco. Sei libero di smettere in qualsiasi momento, eppure continui. Questa Principessa, chiunque sia, ha fatto scattare dentro di te qualcosa che va ben oltre il sorriso di una bella donna incrociata per strada. Monopolizza la tua mente, stimola la tua immaginazione come nessun’altra prima di lei, di colpo tutto diventa possibile…” Fece una breve pausa. “Be’, non  proprio tutto…” Il Principe Aristide rifletté per qualche secondo, poi mi strizzò l’occhio.

Cosa accade quando un gallerista di successo, donnaiolo irrefrenabile, riceve un’appassionata lettera d’amore firmata “la Principessa”? Il ritrovamento dal sapore ottocentesco non potrebbe non sconvolgere l’esistenza del nostro protagonista e gettarlo in una ricerca vorticosa della donna dei suoi sogni. Il pretesto è buono, mettici poi che il luogo è una Parigi che pullula di artisti e personaggi stravaganti, e abbiamo trovato tutti gli ingredienti perfetti per un romanzo romantico e dall’atmosfera da fiaba. L’idea pare poco originale, ma il fascino del mistero non perde mai la sua forza e le missive in posta, che siano cartacee o digitali, risvegliano desideri e immaginazione.

Jean-Luc Champollion è un gallerista di successo, organizza vernissage, frequenta pittori, scultori e intellettuali, sorseggia cocktail con gli amici negli allegri ritrovi di Sain Germain-des-Prés ed è sensibile al fascino delle donne. La sua unica compagnia, in assenza di un reale amore, è il suo cane Cézanne. Tutto scorre in maniera quasi prevedibile fino a quando una lettera, di leggera carta azzurra, fa l’occhiolino dalla sua posta e stravolge la sua vita con il suo appassionato contenuto. L’ammiratrice si nasconde dietro lo pseudonimo di “La Principessa” e come una strega ammaliatrice lancia incantesimi a suon di dolci e provocanti parole. Jean-Luc incuriosito e attratto dal mistero della donna comincia l’indagine sulla sua identità. Gli indizi messi in campo dall’ammiratrice sono tanti, ma tutti sapientemente centellinati e di difficile interpretazione. La sfida per smascherarla è lanciata e la lotta in punta di penna si scatena tra le perplessità del nostro protagonista. Del resto, non dovrebbe essere così difficile riuscire a decifrare il mistero per un uomo che vanta tra i suoi antenati il famoso egittologo Champollion.
La missione però non si rivelerà affatto facile, e Jean-Luc si ritroverà in una serie di bizzarre – se non imbarazzanti - avventure.



Il romanzo di Nicolas Barreau ha come spunto una storia semplice (la conquista dell’uomo di successo da parte di un’ammiratrice segreta, ma invisibile ai suoi occhi) che è stata spesso al centro di storie romantiche e da favola. Con te fino alla fine del mondo ha dalla sua una scrittura limpida, chiara e scorrevole, talvolta arricchita da espressioni in francese che aiutano a trasferirsi idealmente in questa Parigi vivida e incantata. Per chi è amante del genere potrebbe rivelarsi un libro piacevole e leggero.


Barreau Nicolas - Con te fino alla fine del mondo
Titolo originale: Du findest mich am ende der Welt
Traduzione di Monica Pesetti
pagg. 185, Euro 15,00 - Edizioni Feltrinelli 2012 (I Narratori)
ISBN 978-88-0701914-2


l'autore


14 settembre 2012 Di Mary Adorno

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti