Ricerca avanzata
Recensione

Il Il rumore dei baci a vuoto copertina

Luciano Ligabue - Il rumore dei baci a vuoto

Erano lì, in una calma davvero insolita, su un legno che non solo non sarebbe affondato ma addirittura permetteva loro di guadagnare un nuovo punto di vista, da dentro. Stava per essere una perfetta sera di un maggio particolarmente temperato. Ed era raro, in quella pianura, assistere a un ciclo così terso. Il sole andava a perdersi dietro una riva e l'altra era investita da quella luce calda e collosa in cui i direttori della fotografia vorrebbero sempre girare qualche scena. Loro la chiamano magie hour.

Un libro di storie, di racconti: un cane che abbaia in ritardo e provoca solo danni, due ragazzini che fanno incursione nella misteriosa villa di un matto, il comico del momento che si esibisce per beneficenza in un carcere minorile, un gatto investito che manda in frantumi un matrimonio. Finali sospesi, ti lasciano lì conla punta del naso all'ingiù, sull'ultima pagina, a cercare un perché. Il booktrailer de Il Rumore dei baci a vuoto, girato dal regista Marco Ponti, è un arpeggio gentile, è la corsa di un bambino che attraversa un prato, spighe di grano, un torrente, è una lunga strada tra due file di alberi, la voce di Luciano Ligabue. Tutto è delicato e in attesa, come nei tredici racconti. Ma l'attesa porta con sé anche ansia, inquietudine, speranza, un senso di fiducia. Siamo davvero certi che sia solo un dettaglio a condurci sull'orlo di un addio, a un passo dal baratro, oppure non siamo stati capaci di cogliere tutti i dettagli precedenti? I protagonisti di queste storie conoscono il dolore, provano ad addomesticarlo, qualcuno si lascia portare via dalla corrente. La malattia, la perdita, il crollo di un progetto entrano prepotentemente nella quotidianità. Ma c'è sempre una speranza dentro ogni esistenza, come una boa che ci costringe al galleggiamento. E propria nella sospensione di ogni finale, nello squarcio che ogni racconto mostra in coda, rintracciamo quel sentimento di speranza. Come per le canzoni che si portano dietro una leggenda, vera o falsa, nella lora indeterminatezza diventano in qualche modo consolatorie. Anche questi tredici cronache di esistenze, si fanno riascoltare, rileggere, scrutare.

Luciano Ligabue - Il rumore dei baci a vuoto
176 pagg., 15,00 € - Edizioni Einaudi 2012 (Einaudi. Stile libero big)
ISBN 9788806213190


l'autore


13 aprile 2012  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti