Ricerca avanzata
Recensione

22/11/'63 copertina

L'omicidio Kennedy al centro del primo romanzo storico di Stephen King, 22/11/'63

Il re dell'horror Stephen King si cimenta con un nuovo genere: il romanzo storico. 22/11/'63, pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer, rievoca il giorno della morte di JFK a Dallas, e racconta di un viaggio indietro nel tempo nel tentativo di scongiurarla. In occasione dell'uscita del libro, vi proponiamo la recensione apparsa sul Guardian a firma di Benedicte Page.

THE GUARDIAN

Il re dell'horror Stephen King è solo l'ultimo della lunga schiera di autori che hanno scelto l'assassinio Kennedy come ispirazione per un romanzo. 22/11/'63 vede come protagonista Jake Epping, insegnante del Maine incaricato di viaggiare indietro nel tempo per sventare l'uccisione del presidente americano. L'avventura di Epping inizia quando scopre che Al, suo amico e gestore della tavola calda della città, custodisce nel magazzino del locale una macchina per viaggiare nel tempo, direttamente nel 1958. Al "arruola" Jake nella missione per impedire l'omicidio, e lo spedisce nei bel tempi di Elvis, di James Dean e dei macchinoni cromati. Jake affronta diligentemente il viaggio, e si ritrova a conoscere non solo  il problematico Lee Harvey Oswald, ma anche una bella bibliotecaria, Sadie Dunhill, che capisce essere l'amore della sua vita. Riuscirà Jake nella sua missione di cambiare la storia? E se sì, che cosa succederà poi?


Con questo libro, King si aggiunge alla schiera di autori che hanno scritto sulla vita e sulla morte di JFK: tra i più noti Don DeLillo in Libra, James Ellroy in American Tabloid - primo volume della trilogia Underworld USA -, Philip Roth ne Il complotto contro l'America, e poi anche Jeff Greenfield, Stephen Baxter, JG Ballard e Jed Mercurio.
Ma King promette di aver messo in questo progetto il suo particolare marchio di fabbrica. Phillippa Pride, sua editor inglese, ha descritto 22/11/'63 come "il miglior romanzo "E se...?" che io abbia mai letto", assicurando che, nelle sue mille pagine, troviamo una perfetta combinazione tra "il meglio delle storie di suspence in stile King e la dimensione di un'epopea". L'agente letterario americano Chuck Verrill ha definito il libro "grande, ambizioso e ammaliatore", sostenendo che nessuno scrittore ha "assorbito la cultura sociale, politica e popolare della sua generazione in modo tanto approfondito e ricco di immaginazione" quanto King.

Leggi l'articolo originale sul Guardian
Il debutto da romanziere del figlio, Owen King



Stephen King -
22/11/'63
Titolo originale: 11/22/'63
Traduzione di Wu Ming 1
767 pag., 23,90 euro - edizioni Sperling & Kupfer (Pandora)
ISBN: 978-88-20-05135-8


L'AUTORE




08 novembre 2011 Di Annamaria Arancio

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti