Ricerca avanzata
Recensione

Guida ai musicisti che rompono da Beethoven a Lady Gaga copertina

Guida ai musicisti che rompono da Beethoven a Lady Gaga, di Massimo Balducci e Federico Capitoni

Insomma Lady Gaga è il fashionismo che ritorna anche se non se n'era mai andato, è l'artista-azienda che rinnova il mercato musicale, è il mito della falsificazione contro quello dell'autenticità, è il simbolo vivente del coatto al potere, è il Barocco contro il Romanticismo, è l'assurdo contro il razionale, è la diva che vuol liberare i popletari di tutto il mondo dall'anonimato. Un personaggio divertente e complesso insomma. 

Una guida dallo smaccato intento dissacratorio, un campionario di musicisti che hanno "rotto", trasgredito, innovato, si sono ribellati. La storia della musica con i suoi protagonisti, viene presa in esame senza pregiudizi e sopratutto abbattendo recinti tra musica cosidetta colta e musica commerciale. Basta scorrere l'indice per scoprire la diversità dei musicisti che i due autori hanno messo sotto la lente di ingrandimento. Ed è facile imbattersi in considerazioni audaci come quella per cui Händel è la prima popstar della storia e Monteverdi è il padre della canzone d'amore.
C'è naturalemente un termometro che misura il grado di rittura, la sua sincerità, la lealtà nei confronti del pubblico. Una legenda meteorologica fatta di soli e ombrelli, mette subito sul chi va là il lettore. Se un musicista esaminato all'interno della guida ha ottenuto quattro soli come punteggio, allora può considerarsi perfetto. Se invece ha ottenuto quattro ombrelli il giudizio è "si salvi chi può". Naturalmente esistono i gradi di giudizio intermedi. Essendo la "rottura" e quindi lo spirito innovatore, quello vero, il metronomo dei due autori, sono possibili delle sorprese. Per esempio che sia più apprezzata Björk che Bob Dylan. Per scoprire perché tuffatevi in questa guida. Il vero divertimento è proprio quello di saltare da un profilo e l'altro senza nessun rispetto per le etichette, da Beethoven ai Nirvana, da Gioacchino Rossini a Vasco Rossi, Da Lady Gaga a Wagner, da Mina a Miles Davis. Chi è stato veramente un ribelle, chi ha rotto con la tradizione e con se stesso, chi si è crogiolato nel successo, chi è solo un'operazione di marketing, chi non ha mai tradito i suoi fan.  

Massimo Balducci e Federico Capitoni - Guida ai musicisti che rompono da Beethoven a Lady Gaga
160 pag., 15,00 € - Edizioni Giudizio Universale 2011
ISBN 9788890478451



18 maggio 2011  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti