Ricerca avanzata
Recensione

La stella di Ratner: arriva finalmente in Italia un romanzo di Don DeLillo del 1976

Leggi la recensione del libro
Un tuffo negli anni Settanta con la pubblicazione di un romanzo ancora inedito in Italia.
Un "viaggio nel paese della matematica" che ricorda le avventure di Alice.
Un passo nel delirio, nella scienza e nella fantascienza.

LEGGI LA RECENSIONE DEL LIBRO


PREMESSA

Negli anni Settanta Don DeLillo ha pubblicato sette romanzi che, un po' come accade nei film di Kubrick, toccano molti generi differenti, riuscendo a costruire storie appassionanti, complesse, analitiche, tra critica e fuga, denuncia e rinascita, tipicamente figlie di quel decennio.
Nel 1971 esce Americana (Mondadori 2000), critica ante litteram agli yuppie e all'universo della pubblicità che doveva ancora esplodere; nel 1972 con End Zone affronta il mondo del football; nel 1973 la scena musicale con Great Jones Street (il Saggiatore 1997); il terrorismo nel 1977 con Players (Giocatori, pubblicato da Pironti nel 1993 con prefazione di Fernanda Pivano); per chiudere con Running Dog del 1978 (nella prima edizione Cane che corre, Pironti 1991), un romanzo tra thriller e spionaggio sui giochi di potere.


Tra tutti questi titoli manca quello di cui stiamo parlando, cioè Ratner's Star, un passo nella fantascienza pubblicato originariamente nel 1976 a New York da Knopf.
Sino a oggi ignorato dagli editori italiani, viene proposto da Einaudi nei Supercoralli, tradotto da Matteo Colombo.
Un libro, a detta dello stesso autore, difficile da scrivere, complesso, in cui DeLillo prova a produrre ''a piece of mathematics".
Molti critici americani hanno immediatamente fatto riferimento alla struttura di Alice nel Paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio .


Lo stesso DeLillo aveva dichiarato in un'intervista:
"Nel romanzo c'è il modello strutturale dei libri di Alice di Lewis Carroll. L'inizio delle due parti - Adventures e Reflections - si riferisce ad Alice's Adventures in Wonderland e Through the Looking Glass... C'è anche una sorta di spirito guida: Pitagora. Il mistico-matematico. L'intero libro è segnato da questi legami o opposizioni, comunque si vedano, e i personaggi rimbalzano tra scienza e superstizione."


LA TRAMA


Billy è un giovane genio della matematica - ha vinto, in via del tutto eccezionale, il Premio Nobel per la Matematica - e gli è stato chiesto di decifrare un incomprensibile messaggio emesso da una stella lontana, la cui "formula" sta tenendo sotto scacco alcuni importanti scienziati riuniti in un centro di ricerca situato in pieno deserto.
L'innocente genio di Billy dovrà presto confrontarsi con i deliri di una comunità di bizzarri studiosi, nella quale si accapigliano i fanatici dell'interpretazione del mondo e gli estremisti del rigore scientifico. Ognuno vuole sottomettere l'enigma dell'universo al linguaggio della propria disciplina. Ben presto si scateneranno le forze contraddittorie dell'ordine e del disordine e si giungerà alla totale perdita del controllo della situazione, fino a far vacillare una ragione sempre pronta a trattare con il suo pericoloso e "selvaggio" doppio.
Un vero e proprio viaggio al centro del cervello e delle sue fantasie, compiuto a bordo di una pericolosa 'nave dei folli', un viaggio da cui nessuno può pensare di ritornare indenne.


Don DeLillo - La stella di Ratner
Titolo originale: Ratner's star
Traduzione di Matteo Colombo
200 pag., 18,50 € - Edizioni Einaudi 2011 (Supercoralli)
ISBN 978-88-06- 18985-3

Per saperne di più:
a questo indirizzo - http://perival.com/delillo/ratners_media.html - un elenco delle prime recensioni apparse negli Stati Uniti l'anno della pubblicazione del romanzo



L'autore




07 aprile 2011  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti