Ricerca avanzata
Recensione

La La dieta skinny bitch copertina

La dieta Skinny Bitch di Rory Freedman e Kim Barnouin

Edizione italiana a cura di Luciana Baroni

Una guida dura ma sincera per smettere di mangiare schifezze ed essere magre, sane e assolutamente favolose.

Un ennesimo manuale con l'ennesima dieta dimagrante che promette miracoli che non mantiene? No, in questo caso vi presentiamo un libro che non millanta cambiamenti repentini quanto superficiali, non ci inganna con idee velleitarie e programmi che nessuno riesce a seguire nella realtà.
Si tratta di un libro che affronta il problema del benessere (che significa anche, ovviamente, controllo del peso e della linea) attraverso un'analisi spietata dei cibi che quotidianamente tutti mangiamo. E il pubblico ha premiato la scelta, con oltre un milione di copie vendute negli USA e la traduzione in venti lingue.


A dire la verità è un libro dirompente, che lascia in certi passaggi piuttosto spiazzati. Demolisce idee preconcette solide come palazzi e ricostruisce invece i muri che contengono lo poche certezze alimentari che significano salute. 
Un esempio? i latticini. Leggendo il capitolo intitolato Il disastro caseario (il titolo vi fa già capire che le critiche sono feroci) ci passerà la voglia di riempire il frigorifero di formaggi; nelle pagine de Lo zucchero è il diavolo, ci convinceremo che dei dolci che sino a oggi abbiamo mangiato è lastricato l'inferno, e quando scopriremo tutta la verità sui carboidrati o sulla carne... arriveremo a pensare che il piatto della cena resterà inesorabilmente vuoto.


E invece no, dopo aver smontato le autrici rimontano e ci indicano come fare per diventare ciò che mangiamo in positivo. "Non dovete sentirvi come se steste 'rinunciando' ai vostri alimenti preferiti, - scrivono - altrimenti potrebbe sembrare un sacrificio. Siate contente di conoscere la verità su quei cibi con cui finora vi stavate avvelenando. Tutto ciò che dite e pensate riguardo al vostro cambiamento esistenziale deve essere posivito".
E in questo prospettiva ecco la parte finale del libro, con suggerimenti pratici intitolati E ora si mangia.
Certo, le autrici, entrambe americane, hanno una visione ancor più catastrofica dell'alimentazione comune. Noi, fortunatamente, con la tradizione mediterranea abbiamo già in parte una linea di condotta corretta e scegliamo "istintivamente" molti alimenti giusti. Ma alcune convinzioni radicate verranno smontate anche nell'alimentazione italiana, per riscoprire non solo il piacere di una linea e un copro più tonico, ma soprattutto di un benessere generale davvero impagabile.

Titolo originale: Skinny Bitch
Traduzione di Dario Leccacorvi

Edizione italiana a cura di Luciana Baroni


L'Introduzione

Siete stanche e disgustate di essere grasse? Bene. Se non potete sopportare un giorno di più di farvi ribrezzo, siete pronte per diventare magre. Non c'è bisogno di una laurea in biologia per diventare magre. Non avete bisogno di morire di fame. Non avete bisogno di passare tutto il giorno in palestra. Basta che vi diate una mossa e che usiate la vostra testa. Davvero. È semplicissimo. Ci è stato lavato il cervello con le diete del momento, articoli di riviste e pubblicità, al punto che abbiamo smesso di pensare per conto nostro.
   La dieta Skinny Bitch riporta la verità riguardo al cibo, in modo che possiate prendere delle decisioni intelligenti e ponderate in prima persona. Queste conoscenze vi metteranno in condizione di diventare delle vere e proprie skinny bitch, magre da fare invidia.
   Questa non è una dieta. È uno stile di vita. Un modo per godere del cibo e sentirvi sane, perfette, vitali e pure.
   È tempo di correggere mente e corpo. Di camminare per la strada pavoneggiandovi del vostro magro fondoschie-na come se foste in un episodio delle Charlie's Angels, con una canzone molto cool in sottofondo. È tempo di girare in spiaggia in perizoma con l'aria impettita di chi è padrona del mondo. È tempo di diventare magre.

© 2008, TEA

Rory Freedman e Kim Barnouin – La dieta Skinny Bitch
193 pag., 12 € – Edizioni TEA 2008 (TEA Pratica)
ISBN 978-88-50-21679-6


Le autrici


Rory Freedman 
ha lavorato come agente per l'Agenzia Ford Models e da oltre dieci anni si occupa di salute, benessere e alimentazione.

Kim Barnouin
ex modella e con un master in nutrizione olistica, ha fornito consulenza in ambito alimentare a modelle, atleti, genti di spettacolo.

Skinny Bitch, il sito ufficiale in inglese
I manuali editi negli USA, su IBS Books



25 giugno 2008 Di Giulia Mozzato

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti