Ricerca avanzata

La La solitudine dei numeri primi

La La solitudine dei numeri primi - Giordano Paolo - wuz.it

di

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero. Un romanzo d'esordio che alterna momenti di durezza e spietata tensione a scene rarefatte e di trattenuta emozione, di sconsolata tenerezza e di tenace speranza.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 33 lettori

Il voto della community

7,4
  • Trama 7,7
  • Personaggi 7,3
  • Stile 7,0
  • Incipit 7,7
  • Finale 7,7
  • Copertina 7,3

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • angebet il 12 giu 2017 13:52 Segnala abuso

    Ingredienti: la somma senza unione di due solitudini silenziose, la differenza tra adattamento e isolamento, la (con)divisione senza resto del proprio baratro interiore, il prodotto di un rapporto...

    leggi tutto »

    Ingredienti: la somma senza unione di due solitudini silenziose, la differenza tra adattamento e isolamento, la (con)divisione senza resto del proprio baratro interiore, il prodotto di un rapporto elastico e in(di)visibile. Consigliato: a chi costruisce la propria vita intorno ad una voragine, a chi convive con un’anima piena di grovigli.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Un particolarissimo romanzo di formazione quello che Paolo Giordano nella sua opera prima offre ai lettori. Un romanzo impegnativo e con una partenza fulminante che ha, nelle oltre 300 pagine, qualche momento di stanchezza ma che complessivamente può essere considerato uno degli esordi più interessanti degli ultimi anni. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(33)

Tutti i lettori

Biografia

Giordano Paolo
Giordano Paolo

Nell'anno accademico 2006-2007, ha conseguito la laurea specialistica in fisica delle interazioni... leggi tutto