Ricerca avanzata

Le Le siciliane

Le Le siciliane - Savatteri Gaetano - wuz.it

di

«Quando arrivai a Palermo per iscrivermi all'università, mi accorsi a pelle che Palermo era "fimmina". Non solo per la bellezza delle sue ragazze dagli sguardi pirateschi, ma anche per la presenza ad ogni angolo del centro storico di numerose edicole votive dedicate a santa Rosalia, la Santuzza. Palermo era "fimmina" nella sua carnale decadenza. Odorava di fiori tropicali e di monnezza. Odorava di umidità nelle scale di palazzi aristocratici ormai in sfacelo, e odorava di mistero dietro i portoni che introducevano a chiostri carichi di gelsomini e di rose.»

Una lunga tradizione letteraria e cinematografica ha rappresentato la donna siciliana come una figura stilizzata: vestita di nero, segregata dalla gelosia, costretta dai familiari a castigare i propri istinti. Ovviamente è un'immagine lontanissima dalla realtà, che si compone invece di tante storie del tutto estranee a questo archetipo. Il quadro è ricchissimo: dalla santa patrona Rosalia a Franca Viola che fece cambiare leggi e costumi; dalla giornalista e scrittrice Giuliana Saladino alla "vecchia dell'aceto" che nel '700 preparava pozioni per avvelenare i mariti; dalla cantautrice Rosa Balistreri all'editrice Elvira Sellerio e alla prima miss Italia. Scopriremo in queste pagine che, se pure qualcosa di vero c'è nel personaggio di fantasia interpretato da Claudia Cardinale in I soliti ignoti («Carmelina, ricomponiti»), un secolo prima nella realtà c'erano le temibili combattenti socialiste di Piana degli Albanesi, donne che scendevano in piazza e non avevano alcuna intenzione di ricomporsi. Se dobbiamo trovare un carattere comune nei secoli alle donne della più grande isola del Mediterraneo, questo va forse cercato nella volontà di reinventare il proprio destino.

Dettagli sul libro
Nella libreria di 1 lettore

BOOKeca

mostra altri

Commenti (1)

  • angebet 26 nov 2021 13:23 Segnala abuso

    Ingredienti: un coro polifonico di voci provenienti da un’ “isola femmina”, una galleria di siciliane poco celebri dal 1600 ad oggi, persone diverse “di scoglio o di mare” tutte impregnate di...

    leggi tutto »

    Ingredienti: un coro polifonico di voci provenienti da un’ “isola femmina”, una galleria di siciliane poco celebri dal 1600 ad oggi, persone diverse “di scoglio o di mare” tutte impregnate di “sicilianitudine”, un’antologia di episodi insoliti, citazioni letterarie, eventi storici. Consigliato: a chi sa che in Sicilia come altrove “gli uomini comandano, le donne decidono”, a chi vuole dare “voce a delle senza voce”.

    « chiudi

Non sono presenti recensioni per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne una?
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Savatteri Gaetano
Savatteri Gaetano

Giornalista, vive e lavora a Roma, ma è cresciuto in Sicilia. Per la casa editrice... leggi tutto