Ricerca avanzata

Le Le ore

Le Le ore - Cunningham Michael - wuz.it

di

Solo la letteratura può restituire un senso alle nostre vite confuse e sghembe. Anzi, la letteratura è il solo specchio dentro cui la vita, riflettendosi, giunge per un momento a dire se stessa. È l'idea centrale di questo romanzo. Tre donne lo abitano. La prima è una donna famosa, una scrittrice famosa: Virginia Woolf, ritratta a un passo dal suicidio, nel 1941, e poi, a ritroso nel tempo, mentre gioca col dèmone della sua scrittura. Le altre due sono donne che abitano luoghi e tempi diversi. Clarissa Vaughan, un editor newyorkese di oggi e Laura Brown, una casalinga californiana dell'immediato dopoguerra.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 35 lettori

Il voto della community

8,5
  • Trama 8,6
  • Personaggi 8,8
  • Stile 9,0
  • Incipit 8,3
  • Finale 8,2
  • Copertina 8,1

BOOKeca

mostra altri

Commenti (2)

  • ida 24 lug 2014 18:42 Segnala abuso

    Vero ac57! un grande classico letterario sulla letteratura.

    Vero ac57! un grande classico letterario sulla letteratura.

    « chiudi

  • ac57 24 lug 2014 18:34 Segnala abuso

    Un classico della modernità

    Un classico della modernità

    « chiudi

  • Cirodeniro il 09 dic 2016 10:08 Segnala abuso

    La vita di tre donne, accomunata da un libro: La signora Dalloway. Sono gli anni quaranta, nel momento in cui la grande Wirginia Wolf sta per essere sopraffatta dal demone della depressione, ma...

    leggi tutto »

    La vita di tre donne, accomunata da un libro: La signora Dalloway. Sono gli anni quaranta, nel momento in cui la grande Wirginia Wolf sta per essere sopraffatta dal demone della depressione, ma anche, attraverso magici flash back, mentre sta iniziando a scrivere il romanzo. Passiamo poi agli anni sessanta per incontrare Laura Brown, casalinga delusa dall’ordinaria quotidianità da cui sente l’irresistibile impulso di evadere, che trova rifugio nella lettura del romanzo. Arriviamo infine ai giorni nostri per fare conoscenza dell’ultima figura femminile, l’editor Clarissa Vaughan, ribattezzata signora Dalloway dal suo ex amante Richard, consunto dall’aids, per il quale sta allestendo una festa per celebrare un premio letterario che gli è stato attribuito. Così, mentre Virginia sta scrivendo il suo romanzo, e in un’altro tempo Laura lo sta leggendo nell’isolamento di una anonima camera d’albergo, ritroviamo Clarissa che assiste il vecchio amico Richard che continua a chiamarla Signora Dalloway come ai vecchi tempi del loro amore. Un romanzo dalla struttura complessa, a causa delle trame intrecciate che lo rendono inizialmente complicato. Ma, acquisito il meccanismo, la lettura scorre poi veloce ed avvincente. E gli avvenimenti vengono ricreati, in un fluire d’incastri, dal corso dei pensieri e dai monologhi interiori dei protagonisti. Ipnotico, avvincente, ben costruito, il miglior Cunningham.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(35)

Tutti i lettori

Biografia

Cunningham Michael
Cunningham Michael

È cresciuto a Los Angeles e vive a New York. Per Bompiani sono usciti: Le ore (1999),... leggi tutto