Ricerca avanzata

La nuova conferenza di servizi dopo la riforma Madia

back

di Elisa Maria Enza Casalicchio, Alessandra Maria Di Giovanni, Gaetano M. Giuseppe Di Giovanni

La finalità della conferenza è binaria: accanto all'esigenza di semplificazione vi è, infatti, quella di accelerazione "dell'agire" amministrativo in aderenza alla concezione secondo cui solo una sollecita definizione dell'iter procedimentale può ritenersi rispettosa di quei criteri di efficacia, flessibilità e interconnessione che l'art. 2, D. Lgs. 30 marzo 2001, n°165 pone a fondamento dell'organizzazione amministrativa. L'importanza dell'istituto per il legislatore è testimoniata dalle numerose modifiche apportate nel corso degli anni, e tutte volte alla razionalizzazione dei tempi e delle attività delle amministrazioni. Per ultimo, l'istituto è stato modificato dal D.lgs. n°127/2016 che ha riscritto gli arti.14-14 quinquies della legge n°241/1990. A fronte delle numerose novità che sono esaminate, si evidenzia come il legislatore abbia mantenuto la tripartizione della conferenza in istruttoria, decisoria e preliminare.

Dettagli sul libro

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?