Ricerca avanzata

La La donna del campione

La La donna del campione - Colaprico Piero - wuz.it

di

Nella citta di M., attraversata dalle sirene e popolata di investigatori in affanno per il rapimento di Elvio Wolfson, ultimo rampollo di una dinastia di ricchi imprenditori un po' chiacchierati, s'incrociano i destini di tre uomini. Corrado Genito, ex carabiniere cacciato dall'Arma e titolare di una quotata agenzia di consulenza per la sicurezza, è stato ingaggiato da Maretta Zara, l'ex "ragazza immagine" che ha sposato Wolfson, per aprire un canale di contatto con il clan dell'Anonima all'insaputa dei magistrati. Avrà un'idea geniale, ma davvero spregiudicata per tentare di salvare il rapito. Cosmo Sconosciuto, un killer appassionato di mare e nuotate, è costretto a lasciare la sua vita spesa tra assaggi di pesce crudo e omicidi altrettanto crudi per tornare nella Città di M., dove è stato un famoso rapinatore: Cosa Nostra gli ha assegnato un lavoro speciale e può farlo solo lui. Nel frattempo, l'ispettore della squadra Mobile, Francesco Bagni, il "cervello" della sezione Omicidi, sta cercando di risolvere il caso di un cadavere sfigurato dalle fiamme, ma si ritroverà a frugare tra saloni massaggi e bar di malavita, mentre cerca di mettere pace anche nel suo cuore, diviso tra due donne.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

7,2
  • Trama 7,0
  • Personaggi 7,0
  • Stile 8,0
  • Incipit 7,0
  • Finale 7,0
  • Copertina 7,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • librisenzaglo il 15 gen 2022 14:14 Segnala abuso

    Da dove nasce il termine Tangentopoli? Prima ancora dello scandalo di Mani Pulite, il termine era stato coniato da un giornalista che si occupa di giustizia e cronaca nera. Il suo nome è Piero...

    leggi tutto »

    Da dove nasce il termine Tangentopoli? Prima ancora dello scandalo di Mani Pulite, il termine era stato coniato da un giornalista che si occupa di giustizia e cronaca nera. Il suo nome è Piero Colaprico, di origini pugliesi, vive a Milano dove lavora come inviato speciale di Repubblica di cui è caporedattore. Colaprico è anche l'autore di noir incredibili, tutti figli degli anni difficili che viviamo e che lui indaga. "La donna del campione" (2007), edito da Rizzoli, è sia un one shot sia un crossover: difatti l'ambientazione è quella della città di M. (Milano) già vista nell'omonima Trilogia, e ritorna per l'appunto l'ispettore della squadra mobile Francesco Bagni che sta cercando di risolvere il caso di un cadavere sfigurato dalle fiamme (il ritrovamento della ragazza carbonizzata è una citazione diretta alla Black Dahlia). L'ispettore Bagni dovrà dividere la scena con altri due protagonisti. Da una parte abbiamo l'ex carabiniere Corrado Genito che, dopo essere stato cacciato dall'Arma, ha aperto un'agenzia di consulenza per la sicurezza: quando viene rapito Elvio Wolfson, ultimo rampollo di una dinastia di ricchi imprenditori, Genito viene ingaggiato dalla moglie ninfomane per aprire un contatto con il clan dell'Anonima. Dall'altra abbiamo il killer Cosmo "Cicì" Sconosciuto, nipote di uno dei boss più potenti del Basso Adriatico: Cosa Nostra gli assegna un lavoro speciale, cioè far fuori una pentita, sua ex fiamma, e che attualmente collabora con Genito per salvare Wolfson dalla prigionia. Ed è da questo punto che le cose cominciano a complicarsi. La città di M. è un'alter ego noir di Milano, che ha poco di italiano e che vorrebbe assomigliare a una metropoli americana, fatta di criminali da poliziottesco all'italiana, di ogni provenienza, religione e background malavitoso, che si muovono nella notte insieme a killer internazionali ed ex agenti di servizi segreti di tutto il mondo, mentre le donne sono tante, tutte belle, compiacenti e assetate di sesso. Bagni, Genito, Sconosciuto: i protagonisti sono altamente caratterizzati, e grazie ai loro diversi punti di vista, che si intersecano lungo i binari paralleli delle due distinte indagini, ci offrono uno spaccato sociale (dal nord al sud) tipico del noir, ma così poco frequentato dalla nostra letteratura. Bisogna darne atto a Piero Colaprico, scusandoci per come certi lettori di gialli nostrani fin troppo legati alle vecchie maniere non siano riusciti a farlo consacrare caso letterario al livello di Ellroy e Deaver... Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria: https://librisenzagloria.com/la-donna-del-campione-di-piero-colaprico/

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Colaprico Piero
Colaprico Piero

Scrive da anni di malavita per la Repubblica ed è un autore di gialli longseller. Laureato... leggi tutto