Ricerca avanzata

I demoni del deserto

I demoni del deserto - Zarmandili Bijan - wuz.it

di

È il 5 dey del 1383 secondo il calendario iranico, il 26 dicembre del 2003. Dal deserto che circonda la città di Barn si alza un Bad-e-margh, un vento di Morte, e in pochi secondi il terremoto annulla il paesaggio. Dell'intera famiglia, Agha Soltani e sua nipote Hakimè sono gli unici a sopravvivere. Al tramonto, dopo la catastrofe, comincia il loro viaggio, a piedi, in direzione del Golfo e del mare, nel tentativo di ricostruire dalle macerie una nuova vita. Agha Soltani è sempre stato un maestro, ma nulla capisce di Hakimè, bambina silenziosa e ossessionata dal sangue, presenza perturbante per chiunque la incontri, con il suo incarnato scuro in cui spicca il verde degli occhi, a cui si offrono visioni di un mondo che non esiste. I loro passi saranno scanditi dalle risate dei jinn, i demoni del deserto che fanno sperdere le carovane e impazzire i fanciulli, e forse la stessa Hakimè, ma che si incarnano pure nei trafficanti di uomini, nei ladri di bambini e nella banda di Amir Khan, che attenta all'esile unione che i due hanno costruito. Zarmandili descrive un'odissea contemporanea, un moderno racconto epico attraverso un mondo antico, in cui le leggende, le magie e le fascinazioni s'intrecciano alla cronaca dei nostri tempi di guerra.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

0,0
  • Trama
  • Personaggi
  • Stile
  • Incipit
  • Finale
  • Copertina

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • ClaConsoli il 17 lug 2013 14:17 Segnala abuso

    Nonostante il romanzo prenda avvio in un giorno preciso, il 26 dicembre del 2003, lo si potrebbe collocare benissimo in un mondo lontano, oppure in un passato prossimo; è una storia che ha un che...

    leggi tutto »

    Nonostante il romanzo prenda avvio in un giorno preciso, il 26 dicembre del 2003, lo si potrebbe collocare benissimo in un mondo lontano, oppure in un passato prossimo; è una storia che ha un che di atemporale e assurge a paradigma. Il motore dell’azione è il viaggio che i due personaggi principali, un nonno e la sua piccola nipote, intraprendono in seguito a un terribile terremoto che ha distrutto completamente la loro città natìa, quella Bam dalle alte torri che si ergeva ai margini del deserto. Separati da distanze che sembrano incolmabili, Agha Soltani e Hakimè, bambina autistica che vive in un mondo che ha pochi contatti con quello reale, riescono a comprendersi a poco a poco, superando ostacoli e peripezie che minacciano di allontanarli per sempre. Un viaggio per ritrovare le fila della propria esistenza, come nella migliore letteratura di tutti i tempi; un viaggio come strumento di conoscenza di sé e del mondo. A questo si associa l’idea del superstite privato di tutto che è tipica della narrativa del ‘900. Zarmandili descrive un panorama umano di grande realismo, senza bisogno di addolcirlo con buoni sentimenti o di calcare la penna per far rabbrividire il lettore di fronte alle meschinità degli uomini. Tutto è in equilibrio, retto com’è da una scrittura essenziale che diventa lirica in occasione di certe descrizioni di paesaggio, quando si traduce in colore puro, nitida pennellata, tattilità. Non manca la penetrazione psicologica che si traduce in un’estrema capacità di ritrarre soprattutto l’universo femminile, spesso raccontato attraverso gli sguardi e i silenzi, quasi a sancire quel mistero che la donna resterà sempre per l’uomo. I demoni del deserto è un libro che ha il fascino dell’epopea, Agha Soltani, Hakimè, Amir Khan, Agha Salami hanno dei volti antichi e, al contempo, sanno raccontare l’Iran dei nostri giorni. Ed è un epopea sulla vita e sul senso della vecchiaia.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Zarmandili Bijan
Zarmandili Bijan

leggi tutto