Ricerca avanzata

La La corrispondenza

La La corrispondenza - Tornatore Giuseppe - wuz.it

di

"Possiamo continuare a vedere le stelle morte benché esse non esistano più. Anzi è proprio la loro disastrosa fine a rivelarcele". Come la lunga corrispondenza che permette a una stella di continuare a vivere grazie allo sguardo dell'osservatore, l'amore di Ed e di Amy è un legame che sconvolge le leggi del tempo e della presenza. Ed Phoerum è un astrofisico di fama internazionale di età matura, con una famiglia e due figli. Amy Ryan, una studentessa di fisica che si mantiene con un riuscito lavoro di stuntwoman. Da controfigura, lei imita la morte, e nel suo stesso passato c'è una tragica fine che non riesce ad accettare e a raccontare per il senso di colpa lacerante. I doveri pubblici e privati dello scienziato gli impediscono di vivere alla luce del sole la relazione con la giovane amante. I loro incontri sono rari e clandestini, vissuti soprattutto nell'intima magia di una casa su un'isola. Invece, la quotidianità fortissima del loro amore è retta da una serie di rapporti virtuali. Questa rete a poco a poco li invade, li prende del tutto e trascina il loro amore oltre le porte della realtà ordinaria. Tra il mistero di una scomparsa inspiegabile che non rompe però i segnali della comunicazione e la domanda su quale tipo di sentimento sia quello che lega a una presenza solo virtuale, il primo romanzo di Giuseppe Tornatore racconta della lotta di un amore contro la sua fine nell'età di internet.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 2 lettori

Il voto della community

9,8
  • Trama 10,0
  • Personaggi 10,0
  • Stile 10,0
  • Incipit 10,0
  • Finale 10,0
  • Copertina 9,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • StefaniaStefy il 14 apr 2017 10:45 Segnala abuso

    Lui, Ed, maturo astrofisico di fama internazionale e professore universitario ha una relazione con lei, Amy, giovane e bella studentessa fuori corso, segnata da un trauma passato che le brucia la...

    leggi tutto »

    Lui, Ed, maturo astrofisico di fama internazionale e professore universitario ha una relazione con lei, Amy, giovane e bella studentessa fuori corso, segnata da un trauma passato che le brucia la coscienza; la tormenta la morte violenta del padre prima, e quella per un male incurabile di Ed poi, appresa repentinamente come il passaggio di una cometa, durante un convegno. Una trama che rasenterebbe l’ordinarietà letteraria se non fosse che Tornatore manipola e riplasma straordinariamente il binomio “Eros e Thanatos” e con un’alchimia magica lo trasforma in un (capo)lavoro sublime. Un amore più cerebrale che fisico; non proprio "onesto"; senza dubbio moderno, dove la tecnologia gioca un ruolo preponderante; ma allo stesso tempo necessario e romantico come nelle storie più classiche; e di sicuro tanto, tanto sorprendente. Struggente, perché cerca, anche pateticamente, il “per sempre” con ogni mezzo e, come lo spazio che i due scienziati scrutano, quasi congelato nell’eterno presente di una dimensione altra, sospesa, virtuale, staccato da tutti quei dettagli pratici che inevitabilmente "contaminano" un amore perfetto, rendendolo...terreno. Ed, come uno “stregone” si prende gioco del destino, del caso e della finitezza della morte; come le “stelle visitatrici” entra ed esce nella vita di Amy sempre al momento giusto, “fuori tempo”, ma con un tempismo più che perfetto facendola ridere e piangere; un amore talmente immenso, sconfinato come l’universo che li ha fatti incontrare. Nemmeno l’intervento pragmatico del medico che l’aveva in cura - “Io sono un medico, guardo le cose da vicino. Quando non vanno le curo (…) per non far soffrire gli altri (…) Ed era un egoista, ha saputo rendere infelici tutti. Sua moglie, i suoi figli…E in definitiva, immagino, anche lei.” - , riesce a riportare tanto l’innamoratissima Amy, quanto il lettore, sulla terra, nonostante entrambi sappiano che ha ragione. E niente! Ogni mossa di Ed è disarmante, anche il banale…”Volevo trovare una chiusura originale, ma mi viene solo…Ti amo.”

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(2)

Tutti i lettori

Biografia

Tornatore Giuseppe
Tornatore Giuseppe

Giuseppe Tornatore nasce nel 1956 a Bagheria in Sicilia e giovanissimo inizia ad occuparsi prima... leggi tutto