Ricerca avanzata

La La collina del vento

La La collina del vento - Abate Carmine - wuz.it

di

Impetuoso, lieve, sconvolgente: è il vento che soffia senza requie sulle pendici del Rossarco, leggendaria, enigmatica altura a pochi chilometri dal mar Jonio. Il vento scuote gli olivi secolari e gli arbusti odorosi, ulula nel buio, canta di un antico segreto sepolto e fa danzare le foglie come ricordi dimenticati. Proprio i ricordi condivisi sulla "collina del vento" costituiscono le radici profonde della famiglia Arcuri, che da generazioni considera il Rossarco non solo luogo sacro delle origini, ma anche simbolo di una terra vitale che non si arrende e tempio all'aria aperta di una dirittura etica forte quanto una fede. Così, quando il celebre archeologo trentino Paolo Orsi sale sulla collina alla ricerca della mitica città di Krimisa e la campagna di scavi si tinge di giallo, gli Arcuri cominciano a scontrarsi con l'invidia violenta degli uomini, la prepotenza del latifondista locale e le intimidazioni mafiose. Testimone fin da bambino di questa straordinaria resistenza ai soprusi è Michelangelo Arcuri, che molti anni dopo diventerà il custode della collina e dei suoi inconfessabili segreti. Ma spetterà a Rino, il più giovane degli Arcuri, di onorare una promessa fatta al padre e ricostruire pezzo per pezzo un secolo di storia familiare che s'intreccia con la grande storia d'Italia, dal primo conflitto mondiale agli anni cupi del fascismo, dalla liberazione alla rinascita di un'intera nazione nel sogno di un benessere illusorio.

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 17 lettori

Il voto della community

7,5
  • Trama 7,5
  • Personaggi 7,5
  • Stile 7,0
  • Incipit 7,5
  • Finale 7,5
  • Copertina 8,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • viola il 15 nov 2014 18:33 Segnala abuso

    Uomini, donne e perfino bambini di una famiglia calabrese che si compatta attorno all’unico bene: la terra, una collina battuta del vento, che rappresenta essa stessa la loro essenza....

    leggi tutto »

    Uomini, donne e perfino bambini di una famiglia calabrese che si compatta attorno all’unico bene: la terra, una collina battuta del vento, che rappresenta essa stessa la loro essenza. Conservandola e custodendola sono consapevoli che conservano loro stessi. Mentre passa intorno a loro un pezzo di storia d’Italia, che intacca ferocemente le loro vite, mutandone per alcuni pesantemente il corso, il nucleo rimane immutabile guardiano della “collina del vento” e dei suoi segreti nascosti e inconfessabili. E quando tutto sembra destinato ad un inevitabile crollo finale, la collina ha un sussulto e si apre rivelando il suo ultimo segreto. Forse è un nuovo inizio. Un buon romanzo, consigliato a tutti. Attraverso il suo stile, all’apparenza semplice, passano emozioni, suoni e odori, e soprattutto l’intenso e commosso amore di un uomo per le sue radici.

    « chiudi

     
  • piomar il 08 nov 2013 11:43 Segnala abuso

    commovente e realistico, a me è piaciuto. A volte ho dovuto fare mente locale tra i mille nomi della famiglia Arcuri e tra i passaggi generazionali descritti nel libro, ma lo ho letto con piacere

    commovente e realistico, a me è piaciuto. A volte ho dovuto fare mente locale tra i mille nomi della famiglia Arcuri e tra i passaggi generazionali descritti nel libro, ma lo ho letto con piacere

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Vincitore del 50° Premio Campiello. Calabria. Versante jonico, area dell'Alto Marchesato Crotonese. Da un lato la costa che da Crucoli e Cirò scende fino a Capo Rizzuto. Dall'altra i monti della Sila. In questa zona, nel paese di Spillace (nome di fantasia), Carmine Abate ambienta la saga della famiglia Arcuri. Il romanzo si apre con una serie di promesse da cui intuiamo che la storia avrà in parte il sapore del giallo e in parte un sapore autobiografico. Spetterà a Rino, l'ultimo rappresentante, raccontare la misteriosa storia della sua famiglia, iniziata con il nonno di suo padre sulla collina del Rossarco, chiamata così per la presenza dei fiori rossi di sulla. Il vento che soffia sulla collina e i profumi che raggiungono svelti le narici, sono un richiamo irresistibile per chi vi è nato. Alberto, Arturo, Michelangelo e infine Rino si tramandano una promessa, quella di proteggere ad ogni costo quella collina, minacciata in passato dalla sete di denaro della delinquenza locale e poi da progetti di conversione a parco eolico in tempi più recenti. Il romanzo di Carmine Abate offre una lettura attualissima. Difendere la collina del Rossarco significa difendere un territorio e con esso una memoria storica. In una regione dove troppe volte saltano agli occhi le brutture che l'uomo a inferto come coltellate al paesaggio, senza rispetto per la bellezza e per il passato. Invece i personaggi del romanzo, gli Arcuri, non tradiscono mai le loro radici, si chiedono promesse, si tramandano segreti, giurano di resistere in nome della libertà e dell'onestà. Carmine Abate racconta la società contadina nella Calabria del primo Novecento. Non ci si spagnava della fatica nei campi. E verso la tua terra nasceva un amore senza fine. Arturo Arcuri ha iniziato a lavorare nei campi all'età di nove anni, parte soldato e sopravvive alla prima guerra mondiale. Non vuole cedere la sua terra a un latifondista che per ripicca lo fa mandare al confino come antifascista a Ventotene. Troverà consapevolezza politica, riuscirà a far studiare il figlio Michelangelo come riscatto sociale. Arturo Arcuri come il Vincenzo Rabito di Terra matta ha subito e attraversato la Storia e ce ne consegna la sua particolare visione. Per mantenere fede a una promessa o perché nasce spontanea e battente come un'esigenza, la voglia di raccontare il passato che ci appartiene, Carmine Abate sfida la verità e la porta a galla con una lingua che apre il cuore, per quanto è bella e rispettosa della tradizione. Apre il cuore come il suono di un dialetto amico nelle orecchie di un emigrante.Carmine Abate - La collina del vento260 p., 17,50 € - Edizioni Mondadori 2012 (Scrittori italiani e stranieri)ISBN 9788804608769 Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(17)

Tutti i lettori

Biografia

Abate Carmine
Abate Carmine

Carmine Abate è di origine albanese ma è nato in un paese calabrese ... leggi tutto