Ricerca avanzata

Il Il cavaliere dei Sette Regni

Il Il cavaliere dei Sette Regni - Martin George R. R. - wuz.it

di

Westeros, novant'anni prima degli avvenimenti narrati nelle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco". Qui si muovono due nuovi grandi personaggi del pantheon di George R.R. Martin: Dunk, noto anche come ser Duncan, cavaliere errante poco avvezzo agli intrighi di corte ma abile nella lotta e nobile di cuore, e il suo giovane scudiero Egg, un soprannome dietro cui si nasconde, all'insaputa del mondo, Aegon Targaryen, principe della Casa dei Draghi e destinato un giorno a sedersi sul Trono di Spade. Alla morte del cavaliere di cui era scudiero, Dunk decide di prenderne le insegne e partecipare a un grande torneo che si svolgerà al Campo di Ashford. Sulla strada, in una locanda, incontra un ragazzino che afferma di essere orfano. Dopo un primo rifiuto, Dunk accetta di farne il suo scudiero: è il primo momento del sodalizio di una straordinaria coppia di eroi. Dal giudizio dei sette (una competizione in cui due gruppi di sette cavalieri si sfidano senza esclusione di colpi), passando per una storia di intrighi e tradimenti sull'Altopiano, fino alla misteriosa sparizione di un uovo di drago, Dunk ed Egg affrontano incredibili avventure attraversando i Sette Regni di Westeros dall'uno all'altro dei punti cardinali. Le loro gesta hanno luogo in un mondo più sereno rispetto a quello descritto nelle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco", un mondo sfarzoso fatto di tornei, donne e cavalieri, in cui non mancano complotti e macchinazioni ma in cui c'è posto anche per un innocente eroismo.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

7,3
  • Trama 7,0
  • Personaggi 8,0
  • Stile 7,0
  • Incipit 8,0
  • Finale 7,0
  • Copertina 7,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • librisenzaglo il 09 mag 2020 09:27 Segnala abuso

    Ambientato circa cento anni prima dei fatti raccontati nei sette previsti volumi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Il cavaliere dei sette regni è una raccolta di tre racconti scritti da...

    leggi tutto »

    Ambientato circa cento anni prima dei fatti raccontati nei sette previsti volumi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Il cavaliere dei sette regni è una raccolta di tre racconti scritti da George R.R. Martin tra il 1998 e il 2010. Più che racconti, meglio definirli romanzi brevi, tutti e tre di uguale lunghezza (circa 100 pagine ciascuno). Le trame non sono articolate come quelle della saga principale, anzi sono molto lineari, ma si muovono nell’identico sistema complesso di personaggi che richiede un certo sforzo al lettore. Ci troviamo trecento anni dopo l’unificazione dei sei regni e la costruzione del Trono di Spade per opera di Aegon il Conquistatore, Primo nel suo Nome, re degli annali e dei rhoynar (i profughi di Valyria, una stirpe di stregoni unici fra gli uomini ad avere ammaestrato i draghi). Sono storie che si sviluppano all’imbrunire del regno di re Daeron II Targaryen detto il Buono, colui che attraverso un matrimonio aveva unificato ai sei regni sotto il suo dominio anche il reame di Dorne. Colpisce la maniera in cui Martin ci fa percepire come la dinastia dei Targaryen all’apice del suo splendore fosse percepita “dal basso“, appena dopo la ribellione dei Blackfyre e un secolo prima che sparisse da Westeros. Il protagonista viene difatti dal basso, e l’autore ce lo fa amare come fosse uno degli eroi principali della saga madre. Le sottotrame lineari contribuiscono al piacere della lettura, senza perdere nulla dell’epica o scalfire lo stile perfettamente riconoscibile di Martin: greve e delicato insieme. Non un vero e proprio prequel, forse più uno scanzonato spin-off, Il cavaliere dei sette regni è la giusta appassionante introduzione all’universo fantasy medievale delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Il primo racconto è stato pubblicato nel 1998 con il sottotitolo Una storia dei Sette Regni all’interno della raccolta Legendes a cura di Robert Silverberg. Il cavaliere errante del titolo è Dunk. Egli era un orfano di Fondo delle Pulci, venne allevato dal cavaliere errante ser Arlan di Pennytree, il cui unico merito era l’aver disarcionato tempo addietro il Principe di Roccia del Drago. Alla morte del suo vecchio, Dunk smette di essere scudiero ed eredita armatura e titolo di cavaliere errante: non verrà chiamato lord, ma ser, nella fattispecie ser Duncan l’Alto (per ovvi motivi). A sua volta assumerà come scudiero un altro orfano, l’impertinente Egg con la testa liscia come un uovo. Egg ha la lingua lunga ma sa anche dare ottimi consigli. Ser Duke si fa da lui accompagnare al grande torneo di Ashford Meadow dove intende vincere alle giostre... Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria: http://librisenzagloria.com/il-cavaliere-dei-sette-regni-di-george-r-r-martin/

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Martin George R. R.
Martin George R. R.

George Raymond Richard Martin (Bayonne, 20 settembre 1948) è uno scrittore fantasy, di... leggi tutto