Ricerca avanzata

Il Il cacciatore del buio

Il Il cacciatore del buio - Carrisi Donato - wuz.it

di

"Se non sarà fermato, non si fermerà." Non esistono indizi, ma segni. Non esistono crimini, solo anomalie. E ogni morte è l'inizio di un racconto. Questo è il romanzo di un uomo che non ha più niente - non ha identità, non ha memoria, non ha amore né odio - se non la propria rabbia... E un talento segreto. Perché Marcus è l'ultimo dei penitenzieri: è un prete che ha la capacità di scovare le anomalie e di intravedere i fili che intessono la trama di ogni omicidio. Ma questa trama rischia di essere impossibile da ricostruire, anche per lui. Questo è il romanzo di una donna che sta cercando di ricostruire se stessa. Anche Sandra lavora sulle scene del crimine, ma diversamente da Marcus non si deve nascondere, se non dietro l'obiettivo della sua macchina fotografica. Perché Sandra è una fotorilevatrice della polizia: il suo talento è fotografare il nulla, per renderlo visibile. Ma stavolta il nulla rischia di inghiottirla. Questo è il romanzo di una follia omicida che risponde a un disegno, terribile eppure seducente. E ogni volta che Marcus e Sandra pensano di aver afferrato un lembo della verità, scoprono uno scenario ancora più inquietante e minaccioso. Questo è il romanzo che leggerete combattendo la stessa lotta di Marcus, scontrandovi con gli stessi enigmi che attanagliano Sandra, vivendo delle stesse speranze e delle stesse paure fino all'ultima riga.

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 18 lettori

Il voto della community

7,8
  • Trama 8,0
  • Personaggi 8,0
  • Stile 8,5
  • Incipit 7,5
  • Finale 7,8
  • Copertina 7,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • flenny il 06 apr 2016 18:30 Segnala abuso

    Senza tanti giri di parole, Carrisi è bravo, sa scrivere e si legge che è un piacere. Ma arrivata al quarto romanzo, mi sento di dire che è un tantino monotematico.

    Senza tanti giri di parole, Carrisi è bravo, sa scrivere e si legge che è un piacere. Ma arrivata al quarto romanzo, mi sento di dire che è un tantino monotematico.

    « chiudi

     
  • Lorena il 12 apr 2015 16:06 Segnala abuso

    Questo secondo romanzo della saga di Marcus è più semplice e allo stesso tempo più complesso del precedente. Più semplice perché il caso che Marcus segue per la maggior parte del romanzo è...

    leggi tutto »

    Questo secondo romanzo della saga di Marcus è più semplice e allo stesso tempo più complesso del precedente. Più semplice perché il caso che Marcus segue per la maggior parte del romanzo è “relativamente” semplice. Dico relativamente perché con Carrisi niente è mai così semplice come sembra. Come dicevo però è anche più complesso, perché si viene a scoprire una rete che si dipana attorno a Marcus, dalla quale sembra non riuscire ad uscire e allo stesso tempo sembra neppure volerlo. Altro elemento che rende il romanzo “complesso” è il tema centrale del libro, ovvero il bene e il male. L'argomento, tutt'altro che banale, viene proposto, analizzato e sviscerato sotto molti aspetti, che portano inevitabilmente il lettore a porsi delle domande e darsi, forse, delle risposte. Lo stile di Carrisi ha ormai perso ogni traccia dell'inesperienza iniziale, per fluire meravigliosamente senza intoppi. Carrisi regala al lettore una storia fluida, avvincente, divinamente intricata e magistralmente organizzata. Carrisi ci propone un altro straordinario romanzo, ambientato nella Roma che pochi conoscono veramente, con un suo lato nascosto, come i personaggi che popolano il romanzo.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(18)

Tutti i lettori

Biografia

Carrisi Donato
Carrisi Donato

Donato Carrisi è nato nel 1973 a Martina Franca e vive a Roma. Dopo aver studiato... leggi tutto