Ricerca avanzata

Tre sorelle, tre regine

Tre sorelle, tre regine - Gregory Philippa - wuz.it

di

Dall'acclamata autrice bestseller n. 1 del New York Times un nuovo, avvincente romanzo che racconta la storia di tre donne, tre regine unite da vincoli famigliari, pedine politiche intrappolate in una pericolosa rete di alleanze, intrighi e amori, i cui destini hanno segnato il corso della Storia.

Londra, 1501. Quando la giovane e orgogliosa Caterina d'Aragona lascia la sua amata Spagna e giunge alla corte dei Tudor per sposare l'erede al trono d'Inghilterra, la principessa Margherita le prende subito le misure. Non desidera un'altra principessa a corte, né è disposta a lasciarsi conquistare dagli occhi celesti e i modi gentili della futura cognata. La vista, poi, della fastosità delle nozze non fa che accenderne l'invidia. Il matrimonio è una dichiarazione al mondo della ricchezza e della grandiosità dei Tudor. Il re ha speso una fortuna per una settimana di giostre, festeggiamenti e banchetti, le fontane versano vino e si arrostiscono buoi. Così, quando arriva il suo turno e viene data in moglie al re di Scozia per consolidare la pace tra i due regni, Margherita accetta il suo destino. Nonostante le paure iniziali, s'innamora di quella terra. Tuttavia, quando l'esercito del marito si scontra con quello del fratello, divenuto re Enrico VIII, deve fare una scelta. E non va meglio alla principessina Maria, la prediletta della famiglia Tudor, adorata in tutta Europa per la bellezza e il fascino, che re Enrico VIII offre, appena diciottenne, all'anziano re di Francia. Diventate regine d'Inghilterra, Scozia e Francia, le tre donne si ritrovano unite dalla lealtà degli affetti e divise dalla violenza della politica, costrette a schierarsi l'una contro l'altra in battaglia e a difendere i rispettivi troni da tradimenti e pericoli. Ma il loro legame sarà sempre più forte di tutto, più potente di qualsiasi uomo, persino di un re.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

0,0
  • Trama
  • Personaggi
  • Stile
  • Incipit
  • Finale
  • Copertina

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Yaris il 24 lug 2020 09:42 Segnala abuso

    Non è il romanzo più bello della Gregory. La storia di Margaret Tudor (è geniale che inizi a parlare in prima persona, senza presentarsi) è poco conosciuta, e per questo rende completo il puzzle....

    leggi tutto »

    Non è il romanzo più bello della Gregory. La storia di Margaret Tudor (è geniale che inizi a parlare in prima persona, senza presentarsi) è poco conosciuta, e per questo rende completo il puzzle. Ma l’ho trovato un po’ troppo lungo - e a me piacciono i romanzi infiniti, ma qui si esagera. Non so come si poteva fare, perché come al solito la documentazione storica è impeccabile e, se certi fatti sono accaduti, c’è poco da fare, ma io avrei tagliato qualcosina. La prima parte è una monotona serie di gravidanze finite male da entrambi i fronti, la seconda, dopo l’unico vero colpo di scena, è un susseguirsi infinito di battaglie, invidie, calunnie, lettere, tutto uguale a se stesso, tanto che già non me le ricordo più. Non sento di essermi innamorata di nessuna delle protagoniste: Margaret è rimasta nella mia testa una figura secondaria, Caterina, che mi aveva fatto piangere in “La prima moglie”, qui mi sta antipatica (e non è un merito dell’autrice, come a volte capita, ma semplicemente l’inutilità di un non personaggio, che si intromette quando non dovrebbe, e si permette pure di comparire nel titolo!), Maria... Quale Maria? Il titolo, poi, mi sembra una forzatura: quelle tre si odiano, non sono vere sorelle (almeno, non tutte e tre) e far loro scrivere falsità per raccontarne la storia, costruendovi attorno il vincolo indissolubile della sorellanza, mi sembra un po’ troppo. Maria era troppo piccola quando Margherita è partita per la Scozia, e Caterina non l’avrebbe considerata una sorella, avendo già una sorella a cui appellarsi, e vera, nei Paesi Bassi. Un titolo simile si poteva usare per altre protagoniste, sorelle e regine allo stesso tempo (e ce ne sono a bizzeffe). Tanto più che somiglia molto a un romanzo edito da Newton Compton, in cui il tre era il quattro: davvero un peccato, perchè quello della Gregory sembra una mera imitazione. Normalmente sono favorevole alla fedeltà ai titoli nella traduzione, ma qui si poteva fare un’eccezione.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Gregory Philippa
Gregory Philippa

Scrittrice e giornalista radiotelevisiva, Philippa Gregory si è laureata in Letteratura... leggi tutto