Ricerca avanzata

Sull'orlo del precipizio

Sull'orlo del precipizio - Manzini Antonio - wuz.it

di

Cosa succederebbe se tutte le principali case editrici italiane si trovassero raggruppate sotto un'unica sigla? Giorgio Volpe è il più grande scrittore italiano, una potenza nel campo delle lettere. Alla consegna del nuovo romanzo "Sull'orlo del precipizio", scopre che una cordata di investitori ha inghiottito la sua casa editrice. Ora al comando sono caricature in completo scuro che odiano le metafore e "amano le saponette se il pubblico vuole saponette". Cercando una via di fuga editoriale come un uomo che annega cerca l'aria, Giorgio affonda nel grottesco e nell'angoscia di chi vede messa in discussione la propria libertà di espressione. Antonio Manzini ha scritto una satira spietata ed esilarante. Una distopia alla Fahrenheit 451, dove è il mondo dei libri a bruciare se stesso e non un potere esterno.

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 4 lettori

Il voto della community

8,0
  • Trama 8,0
  • Personaggi 8,0
  • Stile 8,0
  • Incipit 8,0
  • Finale 8,0
  • Copertina 8,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Rouge il 28 gen 2016 07:59 Segnala abuso

    Divertente parodia del libero mercato editoriale fagocitato da un'unica casa editrice che diventa possessiva con i suoi autori al punto che, se vogliono continuare a pubblicare, essere letti e...

    leggi tutto »

    Divertente parodia del libero mercato editoriale fagocitato da un'unica casa editrice che diventa possessiva con i suoi autori al punto che, se vogliono continuare a pubblicare, essere letti e perfino vivere in pace con la propria famiglia, non possono far altro che assoggettarsi alle orwelliane leggi imposte dal monopolista. È quello che ci sta per succedere? Forse no, ma è comunque inquietante.

    « chiudi

     
  • angebet il 29 dic 2015 10:56 Segnala abuso

    Ingredienti: un nuovo romanzo da pubblicare di uno scrittore famoso, la maxi-fusione delle principali tre case editrici del paese, il libro trasformato da opera intellettuale in prodotto...

    leggi tutto »

    Ingredienti: un nuovo romanzo da pubblicare di uno scrittore famoso, la maxi-fusione delle principali tre case editrici del paese, il libro trasformato da opera intellettuale in prodotto commerciale, una realtà distopica e orwelliana in cui la sottomissione è l’unica via d’uscita. Consigliato: a chi si interroga sul delicato futuro dell’editoria, a chi risponde con la libertà al servilismo del successo.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Giorgio Volpe è uno degli scrittori più quotati e famosi d’Italia, un’autorevolezza nel campo della cultura.Noi lo conosciamo quando, dopo due anni, sei mesi e tredici giorni di fatiche, porta finalmente a termine il suo nuovo romanzo che consegna immediatamente nelle mani della sua storica editor, commossa ed emozionata per quella che si preannuncia una nuova prelibatezza editoriale.Oltre all'attesa uscita di Volpe, in quegli stessi giorni c'è qualcosa di nuovo che interessa il mercato del libro, un cambiamento di cui, da tempo, si sta discutendo ai piani alti del potere culturale: l’ingresso di un colosso editoriale che stravolgerà il mondo dell’editoria in Italia. I quotidiani nazionali diffondono la notizia, enfatizzano la gravità: le tre case editrici più importanti d’Italia si stanno unendo in una pericolosa maxi-fusione. Un’unica entità, una sola testa, un solo corpo, a divorare il mercato. Qualcosa di mai visto fino a questo momento, in uno Stato in cui la libertà di parola e di stampa non è ancora imbavagliata. Eppure solo Giorgio Volpe sembra essere scosso da queste notizie, non un cenno da parte del pubblico, non una smorfia di disgusto da parte dei lettori:A quel dibattito che poco aveva catturato l’attenzione degli italiani, poco interessati ai libri, neanche fossero portatori sani di qualche epidemia medioevale, Giorgio Volpe aveva assistito silenzioso […].  Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(4)

Tutti i lettori

Biografia

Manzini Antonio
Manzini Antonio

Attore e sceneggiatore, romano (allievo di Camilleri all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica),... leggi tutto