Ricerca avanzata

Quando la vita ti viene a trovare. Lucrezio, Seneca e noi

Quando la vita ti viene a trovare. Lucrezio, Seneca e noi - Dionigi Ivano - wuz.it

di

Tornare ad ascoltare la voce dei classici per orientarci nel nostro mondo sempre più eccentrico – senza centro –, e ametrico – senza misura. È la via che ci rivela la sfida che i cercatori del pensiero di ieri lanciano ai viaggiatori sedentari di oggi.

«Addentrandosi in Seneca e Lucrezio il lettore, invece di perdersi, si ritrova come collocato al centro di un anfiteatro i cui estremi sono presidiati dalla voce dei due interlocutori: non appena una frase dell'uno sembra aver esaurito in modo convincente l'argomento, ecco che la risposta dell'altro muove l'attenzione e l'assenzo nella direzione opposta» - Enzo Bianchi, Tuttolibri

Per una meravigliosa e tremenda ambiguità linguistica, la morte e la vita sono iscritte nella stessa parola bios: bíos è vita, biós è arco. Noi siamo così un cerchio incompiuto, imperfetto, un arco, in cui inizio e fine non coincidono. Solitari restare a riva a osservare le tempeste della vita o salire a bordo senza troppo curarci dei compagni di viaggio? Seguire le leggi del cosmo o le leggi dell'io? Scegliere la politica o l'antipolitica? Il negotium o l'otium? Credere o capire di fronte a Dio e alla morte? Seguire la lezione dei padri o la rivoluzione dei figli? Basta volgere lo sguardo al mondo classico di Atene e Roma per trovare i nostri più naturali interlocutori, coloro che ci hanno preceduti nelle nostre stesse domande. Lucrezio e Seneca hanno fatto il controcanto al presente ponendosi le domande ultime. Non importa quali risposte abbiano dato, importa invece la loro allergia al pensiero unico, tanto da averci prospettato concezioni diverse e rivali del mondo. Importa il coraggio di sperimentare, in solitudine e in autonomia, cosa significa sopportare la verità quando la vita ti viene a trovare. A loro dobbiamo rivolgerci per ricordarci come eravamo e come potremmo essere.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • angebet il 30 apr 2021 14:04 Segnala abuso

    Ingredienti: il dilemma tra una vita attiva (il fare, il negotium) o una contemplativa (il conoscere, l’otium), la felicità come impegno o come distacco, l’alternanza tra la voglia di stabilità (il...

    leggi tutto »

    Ingredienti: il dilemma tra una vita attiva (il fare, il negotium) o una contemplativa (il conoscere, l’otium), la felicità come impegno o come distacco, l’alternanza tra la voglia di stabilità (il noto) e quella di cambiamento (l’ignoto), un dialogo immaginario tra Lucrezio e Seneca per rimarcare diverse possibilità filosofiche, linguistiche, esistenziali. Consigliato: agli stoici che meditano su concetti antichi dal sapore moderno, agli epicurei che vivono di piaceri letterari e umanistici.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Dionigi Ivano
Dionigi Ivano

Professore ordinario di letteratura Latina, è stato Magnifico Rettore dell'Alma Mater... leggi tutto