Ricerca avanzata

Piume baciatemi la guancia ardente

Piume baciatemi la guancia ardente - Ambra Vera - wuz.it

di

"Piume baciatemi la guancia ardente", un verso della canzone dei Bersaglieri, è il fil rouge che accompagna il protagonista nel suo crescere e lo conduce sui campi di battaglia. Un eroe che ha sempre chiaro in testa l'obbligo del dovere verso la Patria ma innanzitutto l'obbligo del dovere verso l'Arma che rappresenta. Salvatore Damaggio in giovanissima età prese a modello la figura del bersagliere e la idealizzò a tal punto che ne fece la sua bandiera. Gli ideali di Patria, del dovere, della parola data, del sacrificio, indotte dalle letture di Giuseppe Mazzini, contribuirono a dargli un solidissima base su cui poi costruirà il suo "credo", facendolo diventare la persona che poi è stata; un uomo fiero, nobile, grande, generoso, altruista, coraggioso, ma anche un uomo alle prese con le proprie fragilità, ma che poi sono proprio queste sue fragilità i punti di forza da cui trae nuova linfa. Il testo affronta anche un'ampia panoramica su quelle che sono state le cause del conflitto della prima guerra mondiale e della sua risoluzione.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

10,0
  • Trama 10,0
  • Personaggi 10,0
  • Stile 10,0
  • Incipit 10,0
  • Finale 10,0
  • Copertina 10,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • akkuaria il 17 ago 2016 00:14 Segnala abuso

    Molto lavoro di ricerca e confronto tra i documenti sostengono la penna di Vera Ambra, è nota la capacità generosa e prorompente della scrittrice nell’impegno e nella costanza. Ma il lavoro non...

    leggi tutto »

    Molto lavoro di ricerca e confronto tra i documenti sostengono la penna di Vera Ambra, è nota la capacità generosa e prorompente della scrittrice nell’impegno e nella costanza. Ma il lavoro non risulta un approfondimento e basta. Non ci troviamo di fronte al lavoro tra gli archivi e le carte. Qui si è verificato il miracolo “delle sudate carte”, la fascinazione della ricerca bibliografica ha colpito al cuore la scrittrice che diventa, interagisce emotivamente, con la figura de tenete Salvatore Damaggio. Leggendo sentiamo le piume sulla guancia quasi portassimo anche noi quel cappello onorato e amato, il cappello bellissimo dei bersaglieri. E i monti sono tappe che anche noi ripercorriamo, e arretriamo con i soldati, sentiamo le ferite, ricordiamo la casa lontana. La brevità dei capitoli, l’andamento del romanzo è a singhiozzo! Un pianto che accomnpagna il ricordo, la volontà di onorare quei corpi martoriati, la dolcezza dell’amore verso l’arma dei bersaglieri. Anna Manna

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Ambra Vera
Ambra Vera

leggi tutto

Liste con questo libro

Vedi tutte le liste con questo libro