Ricerca avanzata

Lume lume

Lume lume - Vetri Nino - wuz.it

di

"Difficile imbattersi in una narrazione che da questa materia possa trarre motivo di sorriso. Perciò la prima cosa che felicemente balza agli occhi leggendo 'Lume Lume' di Nino Vetri è il tono leggero e a volte svagato col quale l'autore riesce a rappresentare la complessa esistenza quotidiana di un quartiere dove convivono etnie, religioni, costumanze, credenze tra loro diversissime. Il protagonista è un giovane palermitano il quale vorrebbe conoscere le parole di un'antica canzone rumena, intitolata 'Lume Lume', che significa gente, mondo. Impresa che si rivela subito quasi impossibile perché lo svagato protagonista queste parole o le chiede a rumeni troppo giovani per ricordarsene e che comunque preferiscono Ramazzotti, o a non rumeni che a lui sembrano tali. Comunque si tratta di un esile pretesto che si rivela nella sostanza saldissimo e il più adatto al sistema narrativo di Vetri, che è quello di sistemare una dopo l'altra tante piccole tessere, in ognuna delle quali è contenuta una microstoria compiuta, sino a formare un vasto, movimentatissimo, coloratissimo affresco dentro il quale si muove (i personaggi sono sempre in movimento) un'affascinante, mutante come in un caleidoscopio, grande quantità di figure." (N. Vetri)

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 3 lettori

Il voto della community

6,3
  • Trama 6,3
  • Personaggi 6,3
  • Stile 6,3
  • Incipit 6,3
  • Finale 6,3
  • Copertina 6,3

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • angebet il 19 nov 2021 15:39 Segnala abuso

    Ingredienti: una canzone rumena come titolo e spunto per la trama, un vivace quartiere di Palermo descritto attraverso suoni, curiosità e abitudini dei suoi abitanti, piccoli frammenti di vita...

    leggi tutto »

    Ingredienti: una canzone rumena come titolo e spunto per la trama, un vivace quartiere di Palermo descritto attraverso suoni, curiosità e abitudini dei suoi abitanti, piccoli frammenti di vita quotidiana basati su incontri fugaci e rapide battute, un mosaico di protagonisti rumeni, cingalesi, albanesi, moldavi, ecc. Consigliato: a chi preferisce amici con difetti piuttosto che nessun amico, a chi è aperto ad ogni incontro col diverso da sé.

    « chiudi

     
  • Patricija il 11 apr 2017 00:14 Segnala abuso

    Svagatissima e umana scrittura, caleidoscopica nel suo procedere. Vetri spessi e colorati. Immagini incerte che si fanno di limpidezza assoluta. Varchi la pagina, e sei in un altro mondo. Il mondo...

    leggi tutto »

    Svagatissima e umana scrittura, caleidoscopica nel suo procedere. Vetri spessi e colorati. Immagini incerte che si fanno di limpidezza assoluta. Varchi la pagina, e sei in un altro mondo. Il mondo è una casa di ringhiera. Il mondo, come la vita, scorre, passa e va. Nostra patria è il mondo intero. Nostra sorella l’umanità. Smettiamola di temere lo “straniero” più del nemico perché meno definito. Salviamo la memoria, condividiamo le culture. Uniamo coscienze e conoscenze. E traduciamo Lume lume. ‘nceproblè!/// C-așa-i lumea, trecătoare, Unul naște, altul moare, Ăl de naște necăjește, Ăl de moare putrezește, Lume, soră lume!/// Ché è così il mondo: passa e va. Uno nasce e l’altro muore. E chi nasce ha sol disgrazie E chi muore imputridisce Lume, sorella lume! /// P.S. Però, Nino che mi traduci "Quello che nasce si diverte/Quello che muore imputridisce": quello che nasce non si diverte ma soffre. E “bucce di uova” e “clarino” (da musicista capirai) no se puede leer! Ecco, l’ho detto. Ché io ci ho il sobbalzo facile. ‘nceproblè!

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(3)

Tutti i lettori

Biografia

Vetri Nino
Vetri Nino

leggi tutto