Ricerca avanzata

Fai bei sogni

Fai bei sogni - Gramellini Massimo - wuz.it

di

Scelto da IBS per la Libreria ideale. Nelle pagine di un libro si cerca anche il sentimento, la condivisione di sensazioni, l'autobiografismo romanzato in cui riconoscersi. E qui troviamo tutti questi elementi, espressi nel modo più sincero.

Una lotta incessante contro la solitudine, l’inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia

Fai bei sogni è la storia di un segreto celato in una busta per quarant’anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere. Fai bei sogni è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra.
Fai bei sogni è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti.
Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l’inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell’amore e di un’esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

Dettagli sul libro
6 recensioni
Nella libreria di 130 lettori

Il voto della community

6,2
  • Trama 6,5
  • Personaggi 6,3
  • Stile 6,4
  • Incipit 6,2
  • Finale 6,2
  • Copertina 5,8

BOOKeca

mostra altri

Commenti (1)

  • Yuki 20 mag 2013 17:54 Segnala abuso

    ieri ero a Torino e ho visto gli incontri di Gramellini al Salone del Libro. Ha festeggiato il compleanno di questo romanzo con un mare di persone!!

    ieri ero a Torino e ho visto gli incontri di Gramellini al Salone del Libro. Ha festeggiato il compleanno di questo romanzo con un mare di persone!!

    « chiudi

  • robertap64 il 13 feb 2018 23:55 Segnala abuso

    mi ero lasciata sviare da giudizi non molto positivi di persone che conoscevo ed ho lasciato questo libro per tanto tempo sulla libreria senza prenderlo molto in considerazione... e invece mai...

    leggi tutto »

    mi ero lasciata sviare da giudizi non molto positivi di persone che conoscevo ed ho lasciato questo libro per tanto tempo sulla libreria senza prenderlo molto in considerazione... e invece mai fidarsi del giudizio altrui! Ho scoperto un autore che scrive come piace a me: semplice, diretto e molto tenero... Questo libro è un'iniezione di tenerezza dalla prima all'ultima pagina! Mi è piaciuto tanto

    « chiudi

     
  • TIMreading il 24 nov 2017 10:44 Segnala abuso

    In Fai bei sogni Massimo ha solo otto anni quando perde la madre per un “brutto male”; questa è la spiegazione ufficiale che gli viene data. Ma “perché esiste un male bello?” egli si chiede,...

    leggi tutto »

    In Fai bei sogni Massimo ha solo otto anni quando perde la madre per un “brutto male”; questa è la spiegazione ufficiale che gli viene data. Ma “perché esiste un male bello?” egli si chiede, rintanato sotto le lenzuola. Nella sua mente s’incunea tormentoso il dolore: la mamma è andata via perché non le vuole più bene, e ripercorre con la memoria i momenti felici, fino al punto in cui gli occhi della madre erano diventati vuoti come l’occhio del Ciclope che lo terrorizzava in una trasmissione televisiva. Poi la notte di capodanno gli aveva rimboccato le coperte raccomandandogli “Fai bei sogni, piccolino”. Lui si era stizzito, non si sentiva più piccolo; invece lo era e pieno di dolore, al punto che gli adulti gli nascondono la verità sulla morte della madre. Solo dopo quaranta anni la conoscerà grazie ad una lettera fin ad allora conservata da Madrina, la migliore amica della madre. Solo la verità gli consentirà di crescere sul dolore, staccandosene un po’ attraverso il perdono... Continua su http://bit.ly/faibeisogni

    « chiudi

     
  • menestrello il 10 gen 2014 13:14 Segnala abuso

    L'autore riceve dalla migliore amica della madre una busta contenente un segreto mai svelato. All'età di 9 anni perde la madre a causa di una grave malattia. Rimasto solo con il padre, cresce...

    leggi tutto »

    L'autore riceve dalla migliore amica della madre una busta contenente un segreto mai svelato. All'età di 9 anni perde la madre a causa di una grave malattia. Rimasto solo con il padre, cresce rifiutando inconsciamente l'assenza della madre ma subendone tutto il peso che sfocia nella paura di affrontare la vita. Divenuto adulto scopre all'interno della busta la verità sulla morte della madre e riesce, anche grazie all'amore della moglie, ad accettare e superare il dolore. Un ottimo libro scritto con uno stile semplice ma coinvolgente. La prima parte è pervasa anche da una lieve ironia che alleggerisce il peso del tema trattato; con l'avvicinarsi della fine le riflessioni si fanno via via più profonde e toccanti. Il segreto commuove, spiazza e lascia increduli. Consigliato!

    « chiudi

     
  • rrosanna il 30 nov 2013 02:01 Segnala abuso

    Un libro breve che si legge tutto d'un fiato. Ma non per questo una lettura leggera. E' la storia di una vita, un viaggio introspettivo dell'autore attraverso le proprie esperienze e le proprie...

    leggi tutto »

    Un libro breve che si legge tutto d'un fiato. Ma non per questo una lettura leggera. E' la storia di una vita, un viaggio introspettivo dell'autore attraverso le proprie esperienze e le proprie speranze. Da leggere e rileggere!

    « chiudi

     
  • Lisbeth113 il 18 nov 2013 15:10 Segnala abuso

    E' uno di quei libri che, a dispetto del tam-tam mediatico- ho voluto leggere a distanza di qualche mese dall'acquisto. E' così che mi ha letteralmente sorpresa, facendomi riscoprire la voglia di...

    leggi tutto »

    E' uno di quei libri che, a dispetto del tam-tam mediatico- ho voluto leggere a distanza di qualche mese dall'acquisto. E' così che mi ha letteralmente sorpresa, facendomi riscoprire la voglia di annotare qualche frase sull'agenda, come si faceva tempo fa ... Ad una di esse affido il senso più bello di questa mia recensione: "...Per rassicurarci nei nostri pregiudizi, leggiamo e ascoltiamo solo chi già la pensa come noi. E ci lasciamo cullare la mente da storie fasulle e versioni tranquillizzanti, interpretando la realtà in forma mitica e i miti in forma letterale. L'intuizione ci rivela di continuo chi siamo. Ma restiamo insensibili alla voce degli dei, coprendola con il ticchettio dei pensieri e il frastuono delle emozioni. Preferiamo ignorarla, la verità. Per non soffrire, per non guarire. Perché altrimenti diventeremmo quello che abbiamo paura di essere. Completamente vivi". Da leggere tutto d'un fiato!!!!

    « chiudi

     
  • giulia il 29 apr 2013 17:09 Segnala abuso

    Questo è il racconto di una rimozione, di ciò che l'autore ha cercato di fare per colmare un vuoto dell'animo, di come invece quel buco nero sia sempre rimasto e solo col tempo lui stesso ne abbia...

    leggi tutto »

    Questo è il racconto di una rimozione, di ciò che l'autore ha cercato di fare per colmare un vuoto dell'animo, di come invece quel buco nero sia sempre rimasto e solo col tempo lui stesso ne abbia avuto consapevolezza. E qui viene fuori il torinese che si apre al mondo: attraverso il suo lavoro di giornalista - scelto dopo il tentativo fallimentare di compiacere il padre, unico pilastro cui appoggiarsi, ma anche unico capro espiatorio di ogni inquietudine - e alcune esperienze drammatiche come quella di inviato nei giorni peggiori di Sarajevo, Gramellini riesce a uscire dalla sua cecità esistenziale. I suoi occhi si aprono alla verità già molto prima di conoscerla anche grazie a un'altra donna, la moglie Elisa. Ma lo scoprirete passo dopo passo in queste pagine.

    « chiudi

     
1 
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Può una vita intera ruotare attorno all'assenza della voce della mamma che ti sussurra: "Fai bei sogni"? Quando si deve descrivere un libro come questo è difficile trovare le parole giuste. È un diario, un'autobiografia, un racconto personale, privato.Ed è quindi difficilissimo scegliere il modo migliore per fare da tramite, da ponte tra questo discorso intimo e chi lo leggerà.Le parole più appropriate le ha usate certamente l'autore stesso presentando il libro nella trasmissione che lo vede abituale collaboratore: Che tempo che fa. Potete vedere il filmato online sul sito della trasmissione chetempochefa.rai.it. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(130)

Tutti i lettori

Biografia

Gramellini Massimo
Gramellini Massimo

Torinese di sangue romagnolo, è giornalista e vicedirettore del Corriere della... leggi tutto