Ricerca avanzata

Il Il Corsaro Nero

Il Il Corsaro Nero - Salgari Emilio - wuz.it

di

Uno dei romanzi più celebri di Emilio Salgari: la storia d'amore e di vendetta del cavaliere di Roccanera, signore di Ventimiglia, eroe bello ed esperto spadaccino, il suo incontro con la bella duchessa di Weltendrem e il suo inseguimento per i mari tropicali del governatore Wan Guld, l'acerrimo nemico che ha sterminato la sua famiglia.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 2 lettori

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • librisenzaglo il 10 apr 2021 11:14 Segnala abuso

    Questo romanzo del 1898 non è solo la origin story del Corsaro più famoso dell’universo di Salgari, ma contiene in nuce le origini degli stessi pirati. La filibusteria è vista come una sorta di...

    leggi tutto »

    Questo romanzo del 1898 non è solo la origin story del Corsaro più famoso dell’universo di Salgari, ma contiene in nuce le origini degli stessi pirati. La filibusteria è vista come una sorta di onorevole fratellanza di stampo massonico, dove i pirati sono tutti coraggiosi e nobili d’animo, ladreschi ma generosi e pronti a dare la vita per i comandanti che amano, e i comandanti sono tutti belli e gentiluomini, cavallereschi in duello. Infatti dietro alla pericolosa fama del Corsaro Nero si nasconde un gentiluomo d’oltremare dei cavallereschi duchi di Savoia, tale Cavalier Emilio di Roccanera, signore di Valpenta e di Ventimiglia. Sebbene nobile d’animo, il Corsaro Nero non può però sottrarsi alle leggi dei Fratelli della Costa: ecco il suo prima dilemma, egli è un gentiluomo ma al contempo deve comportarsi da pirata. La profezia della zingara, la quale aveva preannunciato al Corsaro che la donna di cui si sarebbe innamorato gli sarebbe risultata fatale, apre un secondo e più interessante dilemma. Al comando del suo galeone, la Folgore, il più temuto filibustiere del Golfo del Messico lascia la sua cara isola Tortue per vendicare i fratelli, il Corsaro Verde e il Corsaro Rosso. Essi sono stati ignobilmente uccisi dal duca fiammingo di Maracaybo, Wan Guld, un tizio che perseguita la sua famiglia sin dalla guerra nelle Fiandre, e padre di Honorata Willerman, la duchessa di Weltendrem caduta ostaggio dei pirati e di cui il pirata piemontese si innamora... Come succede con i classici d’avventura d’un tempo, l’autore dedica pagine e pagine documentaristiche alla storia dei pirati, alla descrizione di esemplari di piante o alla vegetazione della giungla tropicale, alla lotta fra un giaguaro e un coccodrillo, come fosse History Channel o National Geographic, spezzando sì il ritmo della narrazione ma senza annoiare più di tanto. Nemmeno il lessico ricercato rappresenta un ostacolo per le emozioni; in fondo stiamo parlando di un classico esempio dello stile italiano di inizio ‘900, e si capisce appieno se si considera che Salgari era più pagato tanto più scriveva. Tanto di cappello poi se si pensa che Salgari ha elaborato queste (non sempre) accurate ricostruzioni senza essere mai stato di persona in quei posti né avendo specifici manuali scientifici da consultare in proposito ma solo enciclopedie e riviste d’epoca... Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria: http://librisenzagloria.com/i-romanzi-dei-corsari-1-8-il-corsaro-nero/

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(2)

Tutti i lettori

Biografia

Salgari Emilio
Salgari Emilio

Narratore italiano. Nonostante il successo ottenuto dai suoi libri, fu afflitto da angustie... leggi tutto