Ricerca avanzata

Corri. Dall'inferno a Central Park

Corri. Dall'inferno a Central Park - Di Sante Roberto - wuz.it

di

Un uomo precipita dal quarto piano. La sola scelta che gli è rimasta per smettere di soffrire. Mentre cade esprime l'ultimo desiderio. Il suo corpo si blocca a pochi centimetri dal suolo. Un filo di luce scende dall'alto, lui ci si aggrappa e prova a fuggire dal pozzo buio che lo ha inghiottito: la depressione. Aldo Amedei è un giornalista di successo che ha perso tutto. Anche i sogni. Il passato è rimpianto, il presente è popolato da mostri e fantasmi, ma lui prova a seguire quel filo, quel folle desiderio che lo aveva tenuto in vita: correre la maratona di New York. Non sa nemmeno perché lo ha espresso, lui che prende la macchina anche per fare cento metri. Comincia a correre, come un evaso braccato dai suoi incubi. Cade, si rialza. Cade ancora e si rimette in piedi. E ogni volta fa sempre più male. Ma lui non molla. Per amore e con l'amore di Teresa, la sua giovane compagna. Sputando l'anima lungo strade piene di fatica, angeli e avvoltoi. Tornando alla vita, alla passione, ai sogni. Con l'aiuto di un medico viaggiatore, un coach inaspettato e un nipote più folle di lui. Diventando un altro, stampando altri nel cuore. Tra risate, sorprese e nuove emozioni. Ma i suoi nemici non mollano, lo inseguono decisi a riportarlo nel pozzo. Tutto torna ancora in gioco, nell'ultima sfida, tra la vita e la morte: 42 chilometri e 195 metri. Contro vento e contro tutto. Dall'inferno a Central Park.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

5,8
  • Trama 6,0
  • Personaggi 6,0
  • Stile 6,0
  • Incipit 5,0
  • Finale 6,0
  • Copertina 6,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • librisenzaglo il 15 giu 2019 12:38 Segnala abuso

    Aldo Amedei è un giornalista di successo che vive a Frascati con una giovane compagna, Teresa. Aldo è pigro, ma un volo giù dal quarto piano gli da l’occasione di riscrivere la sua vita e di...

    leggi tutto »

    Aldo Amedei è un giornalista di successo che vive a Frascati con una giovane compagna, Teresa. Aldo è pigro, ma un volo giù dal quarto piano gli da l’occasione di riscrivere la sua vita e di affrontare una volta per tutte i demoni che lo perseguitano. E dall’inferno risale con un obiettivo per lui inedito: Central Park, l’ultima Thule dei maratoneti di tutto il mondo. Ed è con questo spunto in stile Momenti di trascurabile felicità (il film con Pif, non il libro di Francesco Piccolo) che comincia la gara di questa lettura molto particolare. Edito per la collana ULTRA di Castelvecchi, Corri. Dall’inferno a Central Park di Roberto Di Sante è diventato un caso editoriale giunto alla terza ristampa. Un libro semi-autobiografico che ha segnato il riscatto di molti lettori i quali si sono rispecchiati nell’esperienza del personaggio-autore. La gara di Amedeo prende piede dalla depressione e approda alla speranza, dalla disperazione al sogno: tutto passa attraverso il podismo e lo sport, ma quel che c’era prima di questa rottura rimane fuori campo, non interessa l’autore. Quel che vuole mostrarci Di Sante non è il prima ma il dopo: la via della redenzione, non del peccato. Per questo, fra gli altri, cita il mito assoluto del riscatto: Rocky Balboa. Aldo corre. All’inizio è scarso, poi affronta le prime mezze maratone, quindi la Roma-Ostia, e sulla soglia dei trenta chilometri accetta la sfida per la maratona di New York. E non si arrende mai, continua a correre, da Cortina a Roma, nonostante il suo coach Emanuele lo scoraggi nell’impresa… e ci torna in mente il discorso motivazionale che Will Smith fa al figlio nella scena simbolo de La ricerca della felicità. Aldo, quindi, continua a correre anche nonostante le preoccupanti condizioni del menisco diagnosticate dal dott. Francesco Bianchi. Aldo corre e non si arrende: a fargli da nume tutelare è l’inciso a inizio romanzo tratto da quell’ode ai viaggiatori che è Roadhouse Blues di Jim Morrison. Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria: http://librisenzagloria.com/corri-di-roberto-di-sante/

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Di Sante Roberto
Di Sante Roberto

leggi tutto