Ricerca avanzata

Capitalesimo. Il ritorno del Feudalesimo...

Capitalesimo. Il ritorno del Feudalesimo nell'economia mondiale - Gila Paolo - wuz.it

Capitalesimo. Il ritorno del Feudalesimo nell'economia mondiale di

Il capitalismo è come un aereo entrato in un vuoto d'aria. Le sue ali hanno perso portanza e non si trova un sistema per tenere in volo l'apparecchio. In quindici anni, con il il tracollo delle borse asiatiche del 1998, lo scoppio della bolla della new economy del 2001 e la crisi dei mutui sub-prime del 2008, sembra proprio che il sistema economico globale sia stato messo in ginocchio. Ma quello che è successo è forse ancora più grave: il capitalismo non è finito, si sta trasformando in qualcosa di diverso, che ricorda da vicino l'avvento del Feudalesimo dopo il collasso del mondo antico. Il capitalismo sta diventando "Capitalesimo", un sistema capillare e inesorabile di controllo assoluto su un territorio frammentato, una sorta di Sacro Romano Impero della finanza, coi suoi feudatari sempre più potenti, i suoi marchesi, i suoi baroni, i vassalli, i valvassori e la sua plebe sterminata, sempre più povera. La reale ricchezza prodotta da tutte le nazioni e pari a circa 70000 miliardi di dollari, ma l'ingegneria finanziaria ha creato ad arte un valore virtuale di scambi che vale trenta volte tanto. Siamo immersi in un'immensa contraffazione, ormai strutturale, che è la vera causa del vuoto d'aria dell'aereo del capitalismo, ma che viene difesa e gestita con pugno di ferro dai nuovi Signori della Terra, coloro che hanno i mezzi e le conoscenze per sfruttarla a proprio vantaggio.

Dettagli sul libro

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Non sono presenti recensioni per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne una?
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Trovata brillante, il titolo di questo libro: capitalesimo. Una crasi indovinata fra la radice del modello economico dominante e quella del periodo storico più oscuro, contrassegnato dall'arbitrio e dal dominio di una casta sulla stragrande maggioranza del popolo.Capitalesimo, dunque: ed è odore di privilegi feudali, di decime e di vassalli. Ed è l’immagine di carestie appena al di fuori delle cittadelle turrite dei broker e delle finanziarie, che invocando le oscillazioni del malevolo dio mercato ordiscono assalti repentini alle borse, lasciando fuori dalle mura di Wall Street solo rovine e macerie. L’economia odierna, con il suo dettare la qualità della vita di tutti - anche e soprattutto di chi non ne conosce la lingua o non ne condivide i precetti - ha urgente bisogno di trovare metafore e narrazioni capaci di affascinare per essere spiegata.Perché gli effetti perversi della finanza, delle speculazioni e dei monopoli sono ormai sistemici, e ci riguardano tutti da vicino: l'unico modo per disinnescarne almeno in parte le conseguenze è capire nel miglior modo possibile qual è il cambiamento in corso nei rapporti fra le forze in gioco. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Biografia

Gila Paolo
Gila Paolo

Giornalista economico-finanziario presso la Rai di Milano. Ideatore dell’Indice Ifiit... leggi tutto