Ricerca avanzata

Cambiare l'acqua ai fiori

Cambiare l'acqua ai fiori - Perrin, Valérie - wuz.it

di

Vincitore nel 2018 del Prix Maison de la Presse, presieduto da Michel Bussi, con la seguente motivazione: “un romanzo sensibile, un libro che vi porta dalle lacrime alle risate con personaggi divertenti e commoventi”.

Un romanzo avvincente, commovente e ironico la cui lezione universale è la bellezza della semplicità e l’eterna giovinezza in cui ci mantiene il sogno.

Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una vita piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime, che parevano nere, si rivelano luminose. Attraverso incontri, racconti, flashback, diari e corrispondenze, la storia personale di Violette si intreccia con mille altre storie personali in un caleidoscopio di esistenze che vanno dal drammatico al comico, dall’ordinario all’eccentrico, dal grigio a tutti i colori dell’arcobaleno. La vita di Violette non è certo stata una passeggiata, è stata anzi un percorso irto di difficoltà e contrassegnato da tragedie, eppure nel suo modo di approcciare le cose quel che prevale sempre è l’ottimismo e la meraviglia che si prova guardando un fiore o una semplice goccia di rugiada su un filo d’erba.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 2 lettori

Il voto della community

6,5
  • Trama 7,0
  • Personaggi 7,0
  • Stile 6,0
  • Incipit 7,0
  • Finale 6,5
  • Copertina 5,5

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • librisenzaglo il 02 lug 2022 14:43 Segnala abuso

    Quelli di Valérie Perrin sono successi mondiali che hanno venduto oltre due milioni di copie e sono stati tradotti in una trentina di paesi: il caso letterario "Cambiare l'acqua ai fiori" è insieme...

    leggi tutto »

    Quelli di Valérie Perrin sono successi mondiali che hanno venduto oltre due milioni di copie e sono stati tradotti in una trentina di paesi: il caso letterario "Cambiare l'acqua ai fiori" è insieme dramma e commedia. La protagonista Violette Toussaint è una bella donna, solare e sempre gentile, che vive in una bella casetta... nel cimitero vecchio tre secoli di un lontano paesino della Borgogna. La signorina Toussaint (che, ironicamente, significa "Ognissanti") ricorda a memoria i dettagli di tutti i morti, ha adottatoil cane di una defunta, le tengono compagnia i tre necrofori, gli addetti alle pompe funebri e il parroco. Un giorno viene a bussare alla porta di Violette un tale, Julien Seul (vuol dire "solo", quindi anche nel suo caso nomen omen), commissario di Marsiglia che vuole esaudire l'ultimo desiderio della madre recentemente scomparsa: essere sepolta in quella sconosciuta cittadina e, precisamente, nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Il poliziotto, il solo che ha bussato alla porta di Violette dal lato della strada e non da quello del cimitero, sarà anche l'unico in grado di farle battere il cuore dopo moltissimo tempo. Più volte le casualità della vita, o se volete le coincidenze della narrazione, suggeriscono una sterzata verso il genere giallo. La stratificazione narrativa costituita dalle varie trame sparse in giro per il tempo può a volte confondere e rallentare il ritmo. Nonostante tutto trionferanno i sentimenti autentici, quelli capaci di far provare al lettore un vortice di sensazioni contrastanti. Cambiare l'acqua ai fiori non un elogio funebre, piuttosto una riflessione, mai banale, sul senso della vita... Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria: https://librisenzagloria.com/cambiare-lacqua-ai-fiori-di-valerie-perrin/

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • La casa dove vive Violette è profumata. Sa di candele, tè, saponi, altre candele e altri romanzi. La casa di Violette si trova al limitare di un cimitero di cui Violette è guardiana. E no, questa storia non parla solo di morte, di donne che si strappano capelli sulla tomba e di una triste guardiana che passa la sua vita col capo chino sui fiori; è malinconico, sì, c’è da ammetterlo, ma tra le pagine si scorge una luce inaspettata. Si intravedono germogli che, crescendo tra le crepe di un terreno che si credeva arido, danno vita a un romanzo infinitamente toccante. Mai forzato. Mai ripetitivo. Con grande delicatezza Valérie Perrin, in questa pubblicazione per l’editore E/O, costruisce magistralmente un coro di voci tra cui risalta quella di Violette. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(2)

Tutti i lettori

Biografia