Ricerca avanzata

Bar Sport

Bar Sport - Benni Stefano - wuz.it

di

Il Bar Sport è quello dove non può mancare un flipper, un telefono a gettoni e soprattutto la 'Luisona', la brioche paleolitica condannata ad un'esposizione perenne. Il Bar Sport è quello in cui passa il carabiniere, lo sparaballe, il professore, il tecnnico (con due n), che declina la formazione della nazionale, il ragioniere innamorato della cassiera, il ragazzo tuttofare. Nel Bar Sport fioriscono le leggende, quelle del Piva (calciatore dal tiro portentoso), del Cenerutolo (il lavapiatti che sogna di fare il cameriere), e delle allucinazioni estive.

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 65 lettori

Il voto della community

7,4
  • Trama 7,4
  • Personaggi 7,7
  • Stile 7,5
  • Incipit 7,6
  • Finale 6,9
  • Copertina 7,1

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • fioconi il 10 nov 2013 18:03 Segnala abuso

    Mi ha fatto ridere nonostante fossi inc....ta nera dopo una giornata da dimenticare.

    Mi ha fatto ridere nonostante fossi inc....ta nera dopo una giornata da dimenticare.

    « chiudi

     
  • angebet il 05 nov 2013 12:02 Segnala abuso

    Ingredienti: una raccolta di "figurine" ritrovabili in qualunque bar d'Italia, un album (bar Sport) che le raccoglie, dotato di tutti i comfort per passarvi intere giornate, episodi tragicomici al...

    leggi tutto »

    Ingredienti: una raccolta di "figurine" ritrovabili in qualunque bar d'Italia, un album (bar Sport) che le raccoglie, dotato di tutti i comfort per passarvi intere giornate, episodi tragicomici al confine tra realtà e leggenda metropolitana, un osservatore che li ritrae con i colori di una distaccata complicità ed ironica condanna. Consigliato: a chi vuol ubriacarsi con la nobile arte del cazzeggio, a chi vuol gustarsi un bitter dolceamaro sui soliti vizi italiani.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Non si può spiegare nel 2011 un libro come questo, datato 1976 e incentrato su un mondo di provincia che si è sfaldato e modificato geneticamente in questi anni. O meglio, è possibile farlo, ma non dimenticando mai il contesto in cui la storia si sviluppava.1976: il Bar Sport di quegli anni era il centro di un mondo che oggi forse si ritrova ancora in qualche paese, in qualche cittadina ai margini degli anni Duemila. Niente cellulari (è ovvio) niente canali televisivi privati (chi era molto fortunato poteva "prendere" Telemontecarlo, Capodistria o la Tv Svizzera) e due reti nazionali (Rete 1 e Rete 2) biciclette, motorini e molte utilitarie (i Suv? ma cosa sono?), molto senso dell'umorismo ma meno "consumo del comico" rispetto a oggi, nessuna socializzazione possibile se non nei luoghi fisici di ritrovo. Nel caso specifico il Bar Sport (nome immancabile all'epoca in ogni agglomerato urbano), locale di infimo livello estetico e igienico dove però si può dire di tutto, trascorrere ore di spasso con il gioco di chi le spara più grosse, creare leggende, innamorarsi, parlare di calcio come il ct della nazionale, telefonare con i gettoni, maltrattare un flipper... anche mangiare e bere, ma è un fatto secondario. Il Bar Sport - substrato spesso maschilista ma mai greve - è il luogo della narrazione, ma non quello della finzione. Si può provare a indossare una maschera, ma alla fine si scopre sempre chi c'è sotto. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(65)

Tutti i lettori

Biografia

Benni Stefano
Benni Stefano

Giornalista, scrittore e poeta, collabora con numerose testate, tra cui il giornale francese... leggi tutto