Ricerca avanzata

Amuleto celeste

Amuleto celeste - Humphreys Helen - wuz.it

di

In un affascinante intreccio tra verità e finzione Helen Humphreys racconta la misteriosa vita di Megan Boyd, tra i più importanti e influenti costruttori di esche a mosca per salmoni, amica personale del principe Carlo d'Inghilterra e insignita di una delle più alte onorificenze britanniche dalla regina Elisabetta. Una vita appartata, in simbiosi con la natura, nel nord della Scozia, dove fino alla fine degli anni Novanta Megan Boyd ha vissuto e lavorato in solitudine, in una casa senza elettricità, creando delle esche meravigliose, con piume colorate, pellicce, materiali di scarto o preziosi: autentiche opere d'arte. Una donna libera e indipendente, per alcuni eccentrica, che non ha mai smesso di indossare abiti maschili, rifiutando da sempre i ruoli stabiliti e imposti dalla comunità. Ma è stata davvero una donna così solitaria? Ed è possibile che non si sia mai innamorata? Ed ecco che Helen Humphreys, combinando brandelli di notizie e brevi testimonianze, immagina che la vita di Megan Boyd sia stata in realtà illuminata da una segreta relazione d'amore. Una relazione che ha accompagnato, anche nel ricordo, la sua intera esistenza.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 2 lettori

Il voto della community

9,8
  • Trama 10,0
  • Personaggi 10,0
  • Stile 10,0
  • Incipit 9,0
  • Finale 10,0
  • Copertina 10,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • orizzonte il 26 mar 2019 12:57 Segnala abuso

    È una voce insolita quella di H. Humphreys, con uno stile riconducibile proprio a lei, per quella sua eleganza atipica, lievemente selvatica, autentica. Dalla sua prosa nascono storie e personaggi...

    leggi tutto »

    È una voce insolita quella di H. Humphreys, con uno stile riconducibile proprio a lei, per quella sua eleganza atipica, lievemente selvatica, autentica. Dalla sua prosa nascono storie e personaggi mai banali, con un loro modo intenso di vibrare dentro uno spazio in cui, più di quanto non sia descritto a parole, si avverte densa la forza ancestrale della natura. Raccontandoci Megan Boyd, H. H. realizza un’opera ricchissima di suggestioni e di percorsi. Il racconto scorre sul filo di una sobrietà che affascina. Nella sua penna si mescolano realtà e immaginazione con una tale sensibilità e abilità da dare vita a un profilo di donna fuori dagli schemi ma mai esasperato. È l’equilibrio nella misura con cui “ri-costruisce” la complessità di Megan Boyd a permettere di vederne i molti tratti, ad amarne il suo mondo fatto di opposti che convivono, di passioni e di fedeltà al senso profondo delle proprie scelte. Bellissima lettura. C’è tutta la Humphreys che ho conosciuto in altri suoi libri e anche di più.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(2)

Tutti i lettori

Biografia

Humphreys Helen
Humphreys Helen

Helen Humphreys (1961) è una narratrice e poetessa canadese. Nel 2002 Il giardino perduto... leggi tutto