Ricerca avanzata

La biografia di Oe Kenzaburo

Isola di Shikoku (Giappone), 31/1/1935

Scrittore giapponese, premio Nobel per la letteratura nel 1994.
Scrisse nel 1965 Hiroshima Notes, un lungo saggio che descrive la realtà delle vittime di bombe A.
In seguito si interessò ad Okinawa, l'isola più a sud del Giappone. Okinawa era un paese indipendente prima della restaurazione Meiji. Durante la seconda guerra mondiale l'isola divenne l'unico luogo di scontri combattuti sul suolo giapponese.
Dopo la guerra, la gente di Okinawa venne lasciata a soffrire una lunga occupazione americana. Oe era interessato all'orientamento politico e a coloro che vivevano all'interno di base americane e cosa significava questo per loro in termini di perdita delle loro tradizioni.
A ventidue anni ha vinto il premio Akugatawa per il racconto Animale d'allevamento.
Negli anni successivi il successo non gli arrise più e le critiche non furono benevole.
Nel 1961 scrisse Seebuntiin in cui descriveva l'ambiente del fanatico estremismo nazionalista di destra.
Nel 1963 nacque il suo primo figlio Hikari (Luce), affetto da una gravissima lesione cerebrale. Quest'eperienza lasciò una traccia profonda nella sua opera. Con Un'esperienza personale (1964) Ōe descrive la vicenda di un padre che rifiuta la menomazione del figlio e pensa di ucciderlo. Il libro è un atto d'accusa contro i pregiudizi sociali nei confronti dell'handicap.
Nel 1967 vinse il premio Tanizaki con Il grido silenzioso, mentre nel 1996 il Premio Grinzane Cavour.
Oltre al Nobel, nel 1989 ha vinto il premio Europalia, nel 1993 il premio Mondello.

Sotto: Kenzaburo Oe nel suo studio.



Articoli, recensioni, interviste su Wuz

I libri di Oe Kenzaburo

Oe Kenzaburo In rete

Già iscritto?
Iscriviti

Tutti i fan di Oe Kenzaburo (2)