Ricerca avanzata
Articolo

Sono solo fantasmi il nuovo film con De Sica Carlo Buccirosso Tognazzi e Leo Gullotta

Regia di Christian De Sica

Con CHRISTIAN DE SICA, CARLO BUCCIROSSO, GIAN MARCO TOGNAZZI, GIANNI PARISI e con la partecipazione straordinaria di LEO GULLOTTA

Prodotto da:
MARCO COHEN, BENEDETTO HABIB, FABRIZIO DONVITO, DANIEL CAMPOS PAVONCELLI
INDIANA PRODUCTION in collaborazione con MEDUSA FILM in associazione con BANCA SISTEMA in collaborazione con FILM COMMISSION REGIONE CAMPANIA.

articolo wuz.
Vedi Napoli e poi muori… di risate!
E già, perché nell’ultimo film di Christian De Sica, Sono solo fantasmi, si ride, e tanto! Questa la storia: due fratelli, il saltimbanco-mago spiantato Christian (De Sica) e Carlo (Buccirosso), napoletano nullafacente trapiantato al nord con moglie despota e suocero prevaricatore, si ritrovano in una splendida Napoli (guarda un po’, zeppa di fantasmi!...) in occasione della morte del padre, e scoprono di avere ereditato una montagna di debiti e pure un fratellastro, tonto e geniale (Tognazzi).
Inutile dire che il defunto padre risponde al nome di Vittorio e che in vita ha sciupato una fortuna al gioco e in donne. Un caso o una semplice esigenza di copione?... Fatto sta che, un po’ per gioco, un po’ racimolare i soldi per sciogliere l’ipoteca sull’unica casa che il Vittorio padre ha lasciato, i tre fratelli si inventano il mestiere di acchiappafantasmi, niente di meno con un’agenzia, la Fratelli Di Paola Paranormal Investigation, che riscuote un grande successo in una città che, a questi fantasmi, ci crede, eccome! Ma, c’è sempre un ma anche nelle storie di fantasmi, il fatto di catturare tante anime in barattoli di vetro a tenuta ermetica, risveglia l’anima di Janara, una temibile strega che minaccia di distruggere Napoli. Con l’acume sottile del fratello tonto, che tonto poi non è, e con l'aiuto inaspettato del defunto padre Vittorio, i tre fratelli cercheranno di salvare la città da una sicura e terribile fine.
Riusciranno i nostri eroi a lasciare tutti i fantasmi in pace e riportare la superstizione e quell’aura di mistero che aleggia intorno al pennacchio del Vesuvio...?

di Patrizia de Lorenzo

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti