Ricerca avanzata
Articolo

La carica dei 111! Le nuove guide Emons per scoprire tutti i segreti delle città più belle

Composit111Emons ha orecchio: e l’ha dimostrato nel corso di una vita editoriale tutto sommato giovane, ma già molto intensa. La combattiva casa editrice romana ha saputo infatti ritagliarsi nel corso di questi ultimi anni un ruolo di assoluto rilievo nel panorama degli audiolibri prodotti in Italia.
Proponendo una inedita alleanza fra parola scritta e parola parlata, gli audiolibri della casa editrice romana hanno proposto abbinamenti tanto sorprendenti quanto riusciti (... pensiamo alla versione "in voce" del romanzo di Malvaldi su Pellegrino Artusi, "Odore di chiuso", letto da Alessandro Benvenuti... un trionfo!), oppure hanno lasciato agli autori il piacere (e la sorpresa, forse) di leggere le proprie opere per intero, a voce alta.

K2Pagine della guida dedicata a LondraEcco perché dobbiamo prestare attenzione a un’iniziativa con la quale Emons spariglia le carte e si mette su carta, compiendo un percorso complementare, per certi versi, a quello che quotidianamente intraprende con gli audiolibri. 

"111", infatti, è una nuovissima collana dedicata alle città e a un turismo “off the beaten path”, fuori dai sentieri più battuti: un tipo di guida che sembra mettere per iscritto suggerimenti informali e inaspettati, di quelli che si potrebbero raccogliere dalla viva voce di qualcuno cui si sia chiesta un'informazione mentre si passeggia per una città sconosciuta.
“111 luoghi che devi proprio scoprire”, occhieggiano dalle copertine una vespa molto “dolce vita” e un taxi nero che più londinese non si potrebbe.
Per ora Roma e Londra, dunque, ma a brevissimo seguiranno Amsterdam, Berlino... e chissà cos'altro ancora ci aspetta! 
Non c’è che da aprire una pagina a caso, e cominciare l’esplorazione della città da veri flâneurs.

AcquamadreUna pagina della guida dedicata a RomaPerché a Roma c’è un faro? Difficile immaginare che qualche nave abbia potuto avvicinarsi alla città eterna abbastanza da aver bisogno di una luce per non finire incagliata nelle secche del Tevere.
E cosa ci fa una testa di cervo sulla sommità della chiesa di Sant’Eustachio? 
E ancora: come mai a Londra un vinaio metteva sulla bilancia i propri avventori? Dove si trova il pub più nascosto della città?
Il bello di queste guide è che sembrano non ignorare quale sia il motore primo da cui scaturisce la conoscenza autentica, profonda delle città: la curiosità.
Dunque non c'è che aprire una pagina a caso e prepararsi ad essere travolti dalla carica dei 111!
Siete pronti?

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti