Ricerca avanzata
Articolo

La grande bellezza: la colonna sonora secondo Sorrentino


Sorrentino è un grande regista, ma anche un notevole scrittore. Indubbiamente il suo sguardo sulla realtà è molto simile, sia che si tratti di un racconto dedicato ai lettori, sia che scelga di narrare la sua storia con le immagini.
Jep Gambardella e Tony Pagoda sono figli del medesimo autore, e si vede.

La grande bellezza vince l'OSCAR 2014 come miglior film straniero. Ecco la dichiarazione di Sorrentino sulla scelta musicale:
"La musica nel film è un mix tra musica sacra e profana perché nella mia testa Roma è una città che ha la caratteristica di combinare il sacro e il profano, è la città del Vaticano, il centro della Chiesa cattolica ma allo stesso tempo il mondo profano lavora sotto il Vaticano. Ho cercato di spiegare questo con la musica."



Toni Servillo, protagonista, e Paolo Sorrentino, regista, alla consegna degli Oscar 2014


"Quando sono arrivato a Roma, a ventisei anni, sonno precipitato abbastanza presto, quasi senza rendermene conto, in quello che si potrebbe definire il vortice della mondanità. Ma io non volevo essere semplicemente un mondano, volevo diventare il Re dei mondani. Io non volevo solo partecipare alle feste, volevo avere il potere di farle fallire"

Il protagonista, Jep Gambardella, è un personaggio tipicamente "sorrentiniano": giornalista acclamato e richiesto, affascinante sciupafemmine.
Autore quarant'anni prima del romanzo "L'apparato umano", Jep è stato osannato dalla critica e definito la nuova promessa della letteratura contemporanea. Ma gli anni passano e Gambardella non ha pubblicato altro non riuscendo a superare il blocco della pagina bianca. Per mascherare il suo fallimento letterario veste i panni di ad arbiter elegantiarum apparentemente cinico e disilluso di una Roma sguaiata, tra feste, balli e improbabili performances, pronto a distruggere ogni cosa in una Dolce vita contemporanea tra baccanali divenuti ormai noiosa routine e virtuali incendi neroniani.

"Ero destinato alla sensibilità, ero destinato a diventare uno scrittore,ero destinato a diventare Jep Gambardella".



Toni Servillo è Jep Gambardella

A fare da colonna sonora a questa impegnativa storia, che riesce a non cadere nel manierismo e nella citazione fine a se stessa, è un mix di brani compositi e quasi schizofrenici.

Il brano che più di tutti rappresenta questa scelta musicale d'impatto è certamente "A far l'amore" di Raffaella Carrà con Club Mix Bob Sinclair, ottima estremizzazione di quel mondo di pessimo gusto che circonda il protagonista. Perfetto anche il romanissimo "Forever" di Antonello Venditti.

L'altra faccia della medaglia è espressa dai raffinati "I Lie" e "World to Come IV" di David Lang nell'interpretazione dei Torino Vocalensemble e Maya Beiser. Ma anche l'estatico "Beata Viscera" (Vox Clamantis) racchiude nelle sue note un diverso affresco dell'esistenza di Gambardella.



La martellante "Take My Breath Away" di Gui Boratto e l'energica "Que no se acabe el mambo" de La Banda Gorda raccontano l'ossessione; "Ti ruberò" di Monica Cetti e The Beatitudes (Kronos Quartet) esprimono la malinconia, il rimpianto, l'autocommiserazione: sentimenti che passano sul volto di uno straordinario Toni Servillo.

Musiche originali di Lele Marchitelli, autore di colonne sonore di film come "Sono pazzo di Iris Blonde", "Alla rivoluzione sulla due cavalli", "Ma che colpa abbiamo noi", "Quale amore".



Track list - I brani della colonna sonora disponibili in due cd



acquista i cd a prezzo speciale su IBS.it

1. I Lie - Torino Vocalensemble
2. World to Come IV - Maya Beiser
3. My Heart's in the Highlands - Else Torp & C. Bowers Broadbent
4. Time - L. Marchitelli
5. The Beatitudes - Kronos Quartet
6. Dies Irae - Zbigniew Preisner
7. The Lamb - The Choir of the Temple Church
8. Symphony n.1 in C MJ II. AD - New Zealand Symphony Orchestra
9. River Flows - L. Marchitelli
10. Symphony N.3 op.36 - Henryk Górecki
11. Beata Viscera - Vox Clamantis Disco 2

1. Far l'amore - Club Mix Bob Sinclair & Raffaella Carrà
2. More Than Scarlet - Decoder Ring
3. Take My Breath Away - Gui Boratto
4. Brain Waves - L.Marchitelli
5. Everything Trying - Damien Jurado
6. Parade - Tape
7. Color My World - L.Marchitelli
8. Forever - Antonello Venditt
9. Surge of Excitement - L.Marchitelli
10. Water from the Same Source - Rachel's
11. Settembre non comincia - L.Marchitelli
12. Ti ruberò - Monica Cetti
13. Trumeau - L.Marchitelli
14. Que no se acabe el mambo - La Banda Gorda
15. We No Speak Americano - Studio Allstars
16. Discoteca - Exchpoptrue
17. Mueve la Colita - Rmx 2012 El Gato
18. Ramona - L.Marchitelli

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti