Ricerca avanzata
Articolo

Vuoi scontare meno giorni di galera? Leggi un libro!


Leggere non è mai stato così vantaggioso. Se la lettura rende liberi allora i libri possono anche fare uscire di galera. Quattro carceri federali in Brasile hanno preso alla lettera questo principio e hanno stabilito che verrà accorciata la pena a quei detenuti che si dedicheranno a questa attività.


Il sistema penitenziario brasiliano ha infatti deciso di abbonare quattro giorni di pena a criminali, anche tra i più pericolosi, che riusciranno a leggere almeno un libro al mese. Per un massimo di 12 libri e 48 giorni all’anno.
Certo, anche per questa attività, le regole sono ferree. Perché il decurtamento dei giorni di reclusione sia valido è necessario produrre una relazione formalmente corretta, priva di refusi ed errori, scritta in corsivo e leggibile, con l’utilizzo dei margini esatti e la divisione dei paragrafi corretta.


La singolare iniziativa è stata denominata “Redenzione attraverso la lettura” e di certo ha un doppio vantaggio: svuotare più velocemente le carceri ormai sovraffollate (con 48 giorni di anticipo) e condurre verso l’illuminata via della cultura e della conoscenza i detenuti. Come dichiara l’avvocato Andre Kehdi, che sta dirigendo il progetto di donazione libri per le prigioni, i detenuti “potranno diventare delle persone migliori”.


Non si può che ritornare con la mente alle Ali della libertà e magari pensare che, con un po’ di ritardo rispetto all’uscita del film, i vertici dei penitenziari brasiliani si siano a esso ispirati.


Qui trovate il racconto Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank che ha ispirato il film.

Stagioni diverse
di Stephen King



03 luglio 2012  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti