Ricerca avanzata
Articolo

Libri low cost! Editori e collane contro la crisi

In tempi di crisi, un libro è il miglior investimento.

Il rapporto L’Italia dei libri – Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto del Centro per il libro e la lettura ha rilevato dati sempre più allarmanti. Considerando il campione adulto, nell'ultimo trimestre nel 2011 si è registrato un calo degli acquisti del 10% rispetto all'ultimo trimestre del 2010, pari a 1,7 milioni di copie. Si è passati dal 33% degli acquirenti di almeno un libro nel periodo al 29% degli acquirenti di almeno un libro nello stesso periodo nel 2011. Anche i lettori sono calati: dal 32 al 30%, facendo complessivamente scendere il tasso di lettura del 6% dal 2010 al 2011.


Si legge sempre meno e si comprano meno libri. E al momento dell'acquisto, il lettore occasionale è molto attento al prezzo, a meno che non sia influenzato da altri fattori: in mezzo a un'offerta debordante e ripetitiva, sceglie i libri meno cari, dai sei ai dieci euro.

Con l'entrata in vigore della Legge Levi, gli editori hanno avuto un motivo in più per ripensare la loro offerta, adeguandola alle nuove esigenze del momento e del pubblico dei lettori. Molti sono quelli che stanno scegliendo una parallela "strategia low-cost", abbassando il prezzo dei libri o inaugurando nuove collane di tascabili economici e marchi.  

  • Minimum fax lancia MINI, la nuova collana di tascabili che offre il meglio del catalogo a un prezzo supereconomico. Usciranno 8-10 titoli all’anno, per la maggior parte (ma non esclusivamente) titoli già presenti nel catalogo, riproposti in un formato più piccolo e maneggevole e a un prezzo decisamente più basso (più o meno fra i 7 e i 9 euro). Tra i primi quattro titoli: Dio la benedica dottor Kevorkian di Kurt Vonnegut, America oggi di Raymond Carver, Dodici casi per i Vedovi Neri di Isaac Asimov, Il tempo materiale di Giorgio Vasta.

    La collana MINI



  • Chiarelettere rilancia la collana REVERSE aggiungendo alla proposta un formato più piccolo, rinnovato nella grafica, a un prezzo più basso. Per quanto riguarda la grafica, ci sarà un unico colore di fondo variabile sul quale è in evidenza il titolo. In questo formato piccolo ci saranno libri più veloci, da leggere in breve tempo, durante uno spostamento. 
    Il primo titolo è Occupy Wall Street di Riccardo Staglianò; a maggio usciranno Antonio Pascale, Pane e pace e Fabio Mini, Perché siamo così ipocriti sulla guerra?

    La collana REVERSE
 






  • Procede bene la collana dei SUPERECONOMICI Voland: dopo l'uscita lo scorso anno dei primi quattro titoli a 7 euro, già si preparano altri quattro titoli in primavera. Ma la vera novità è stato il lancio a febbraio a soli 9 euro del nuovo romanzo di Amélie Nothomb, Uccidere il padre.

    La collana SUPERECONOMICI



  • Il Gruppo GEMS ha deciso di raccogliere la sfida aprendo un nuovo marchio: TRE60, che offre un'offerta editoriale a 360 gradi: thriller, romanzi sentimentali, gialli, romance, romanzi storici, urban fantasy, romanzi d'avventura, ecc. a soli 9,90 euro.

    Scopri di più sul marchio TRE60




17 aprile 2012 Di Sandra Bardotti

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti