Ricerca avanzata
Articolo

Tornano i libri per bambini! A Bologna la Fiera del libro per ragazzi 2011: ecco le novità e le segnalazioni


Una fiera rilancia e accende i riflettori su di un genere sempreverde: è la Children's Book Fair di Bologna, che mette in mostra le novità e le conferme di un filone editoriale ricchissimo e dinamico. Vi proponiamo un approfondimento sui libri per ragazzi, sperando di invogliare anche i lettori "grandi" a pescare a piene mani da quell'autentico scrigno del tesoro che si nasconde fra gli scaffali delle librerie frequentate dai più piccini.


Qual è il confine fra infanzia e adolescenza, quando si parla di letteratura e di storie? E quale quello fra adolescenza e età adulta, se è per questo?
Se una storia è ben raccontata, può arrivare al cuore di un lettore di qualunque età. Questo è certo.
Non mancano gli esempi: da “L’isola del tesoro” di Stevenson a “Kim” di Kipling, da “Alice nel paese delle meraviglie” a “Il piccolo principe”.
Ma questa è solamente la fotografia di un mondo ormai classico che non può dar conto di tutto quel che si muove in un ambito editoriale molto vivace, e che sembra non conoscere crisi.
Quei libri sono cioè le colonne portanti di un "genere" – la letteratura per ragazzi  - che ha saputo travalicare i confini anagrafici cui era destinata, per farsi portatrice di un messaggio dal valore universale.
Ma anche - spesso - di un modo di raccontare che unisce la semplicità delle parole usate allo spessore dei concetti espressi.
Ognuno di noi ha un piccolo cult privato, al quale tornare di tanto in tanto per sentirsi riconfermato nella propria identità di lettore e capire con certezza dove ha avuto origine la propria storia d’amore con la lettura e i libri.
Il repertorio, però, va aggiornato: perché se è vero che certe acquisizioni oramai sono definitive, e quindi i nostri nipotini continueranno a leggere Kipling, Saint-Exupery e Rodari, è altrettanto vero che noi possiamo scoprire i tesori che hanno arricchito (e continuano ad arrichire) le generazioni più giovani.
Wuz ha pensato di offrire ai suoi lettori un breve repertorio di uscite recenti e recentissime di libri per ragazzi, assieme a qualche recensione e - soprattutto - assieme a un dizionario minimo di eroi e personaggi che vuole presentare alcune carte d'identità di queste figure memorabili. Eroi ed eroine che hanno ancora lo smalto di quando furono creati o hanno già il respiro dei classici. Le omissioni, naturalmente, sono molte di più delle inclusioni, ma questo non significa che non ci sia un posto speciale (nei cuori e nelle librerie) per tutti quelli che di questo arbitrario e parzialissimo elenco non fanno parte.


Cominciamo con
il Dizionario minimo dei pesi massimi della letteratura per ragazzi.
L'abbiamo compilato in occasione della edizione 2011 del Bologna Children's Book Fair, evento più importante del settore (e a proposito del quale naturalmente invitiamo ad informarsi tutti coloro che sono interessati alla letteratura per l'infanzia e per i ragazzi).
Nel nostro dizionario, potrete passeggiare fra la "A" e la "Z" sperando di imbattervi nei vostri eroi preferiti. Meglio ancora, però, è scoprirne di nuovi. Buona lettura!


Passiamo poi a tre recensioni di libri usciti (o ripubblicati) recentemente che a noi sono parsi significativi di altrettanti modi di intendere la narrazione per ragazzi e bambini.

"Lo spacciatore di fumetti", di Pierdomenico Baccalario. Einaudi ragazzi.

"Fra noi due il silenzio", di Roberto Denti. Salani editore.

"Fortunatamente" di Remy Charlip. Orecchio acerbo.


Poi, qualche segnalazione di titoli fra quelli che più ci hanno incuriositi. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le età: consultando le schede dei titoli segnalati sarà facile farsi un'idea precisa del tipo di storia, di stile e di libro.

"Lumpi Lumpi il mio amico drago" di Silvia Roncaglia e Roberto Luciani (Emme edizioni). Un draghetto delizioso, immaginario solo per chi non abbia occhi per sognare.

"Diario di una schiappa. Vita da cani", di Jeff Kinney (Il castoro). Altro che schiappa, questo Greg a noi sembra un drago! Dice sempre (più o meno) quel che pensa, ed è troppo simpatico!

"La voce di Sasha" di Roberto Piumini (Einaudi ragazzi). Storia di un coro di tutti i colori. Contro il pregiudizio è meglio cantare tutti assieme, ciascuno con la propria voce.

"Il canto di Micaela", di Roberto Piumini (Einaudi ragazzi). Un'altra storia dedicata al più multietnico e variopinto coro della città, stavolta unito per conquistare la fiducia di Micaela, bambina peruviana.

"L'occhio del corvo", di Shane Peacock. Curioso. Un autore il cui cognome (in inglese) significa "pavone", racconta una storia di corvi! Ma poi, leggendo, tutti i pezzi tornano al loro posto. Indaga un giovanissimo detective che diverrà molto, molto famoso. E allora tutto si spiega! Elementare, Watson.

"Io come te" di Paola Capriolo (Edizioni EL). Una brava scrittrice racconta il malessere e il disagio di tanti ragazzi, e di una società intera. Solo il coraggio di capire l'altro ci può rendere grandi.

"TopoLino si prepara", di Jeff Smith (Orecchio acerbo comics). Un bravissimo fumettista racconta la tipica giornata di un topo di campagna con un gran gusto per il vestire. Ma siamo sicuri che una visita al granaio sia un pranzo di gala?

"Jack e la scatola", di Art Spiegelman (Orecchio acerbo comics). Un coniglietto, e l'omino che salta fuori dalla scatola. Ruoli invertiti? Sorpresa spiazzante? Quando si è fumettisti eccezionali come Spiegelman, il risultato è garantito.

"Io disegno", di Allegra Agliardi (Feltrinelli). Disegnare è alla portata di tutti. Veramente. Non c'è da spaventarsi, né da pensarci troppo: basta farlo, e tutto il resto verrà da sé. Un'illustratrice racconta (disegnando) come tirar fuori il meglio di sé con l'aiuto di un pennarello.

"Un cane in viaggio", due racconti in versi di Elio Pecora illustrati da Beppe Giacobbe (Orecchio acerbo). Un poeta lascia i versi liberi di raccontare un viaggio in compagnia degli animali. Suo compagno di strada, un illustratore. Parole e immagini bellissime.

"Quel che conta", racconto di Ruth Vilar iluustrato da Arnal Ballester (Orecchio acerbo). Un postino porta lettere a tutta la città, e il suo tragitto è una vertigine di numeri. Saranno solo quelli civici, ai quali consegnare le lettere? Oppure è tutto un pretesto per imparare a far di conto? Non importa: il risultato è comunque poesia.

"Giacomo di cristallo", storia di Gianni Rodari illustrata da Vitali Kostantinov (Emme edizioni). Un bambino trasparente come l'aria. Dovrebbe aver paura di tutto quel che accade intorno a lui, e invece sono i dittatori ad aver paura: perché i pensieri e le emozioni non filtrate dicono sempre - forte e chiaro - che il Re è nudo.

"Accendi la notte", Ray Bradbury nella traduzione di Carlo Fruttero. Disegni di AntonGionata Ferrari. Ci avete mai pensato? Non sono solo le luci, ad accendersi nel buio di cui si ha paura. Si può accendere anche la notte. Proprio come una lampadina: e solo allora potremo intendere il frinire dei grilli, il bubolare dei gufi e il gracidare delle rane per quello che veramente sono: un concerto di gala, da godere alla luce delle stelle.


E infine, un articolo che presenta alcune delle più recenti novità in libreria fra quelle appartenenti al filone dei cosiddetti "young adults".
In queste storie, la componente avventurosa e sentimentale tipica dei romanzi di genere dedicata agli adolescenti si mescola a contesti e temi che rimandano all'attualità. Troveremo quindi accenni alle biotecnologie, ad un prossimo, possibile futuro... il tutto sempre visto e raccontato alla luce della fantasia che caratterizza le storie che appassionano i ragazzi.


28 marzo 2011  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti