Ricerca avanzata
Articolo

Foto Effigie
Brevi note biografiche

Alessandro Baricco



Nasce a Torino il 25 gennaio del 1958.
Si laurea in filosofia con una tesi su Adorno (Scrittura, memoria, interpretazione. Note sulla teoria estetica di T. Adorno) e la Scuola di Francoforte. Suo relatore è Gianni Vattimo.
Si diploma anche al Conservatorio in pianoforte. All'inizio della sua attività di scrittore si dedica prevalentemente alla critica musicale: è del 1988 il saggio su Rossini, Il genio in fuga, recentemente ripubblicato per Einaudi, mentre è del 1992 L'anima di Hegel e le mucche del Wisconsin, un saggio  sul rapporto tra musica colta e modernità. Scrive anche per alcuni importanti quotidiani: La Repubblica e La Stampa.
 


Il primo romanzo è del 1991, Castelli di rabbia, con cui vince il Campiello e il Prix Médicis nel 1995. Vince il Premio Viareggio nel 1993 con Oceano mare e nello stesso anno, dopo aver collaborato a trasmissioni radiofoniche (restarono famose alcune sue letture), esordisce in televisione come conduttore di L'amore è un dardo, una trasmissione di Raitre dedicata alla musica lirica. Nel 1994 conduce un fortunato programma dedicato alla letteratura, Pickwick, del leggere e dello scrivere, insieme a Giovanna Zucconi.



Il '94 è anche l'anno di Novecento. Un monologo da cui sono stati tratti due allestimenti teatrali (il primo con Eugenio Allegri e il secondo con Arnoldo Foà) e il famosissimo film La leggenda del pianista sull'oceano che ha la regia di Giuseppe Tornatore.

Nel 1995 escono Barnum  e Barnum 2 che raccolgono il primo gli articoli da lui scritti per La Stampa e il secondo quelli apparsi su La Repubblica.

Totem. Letture, suoni, lezioni: è l'ambizioso tentativo di raccogliere "pezzi di mondo", cioè teatro, musica, letteratura... Lo spettacolo sarà trasmesso su RaiDue alla fine del 1998 e sarà portato in tournée in giro per l'Italia fino alla fine del 2001.


La Scuola Holden, da lui fondata insieme a un gruppo di amici, è del 1994. Insegna tuttora nella scuola di narrazione torinese che è diventata una delle maggiori realtà italiane in questo ambito.
City, un romanzo davvero complesso, vera esercitazione letteraria, esce nel 1999 e ha la caratteristica di essere stato pubblicizzato unicamente in rete.  


Dopo la parentesi "pubblicitaria" (firma infatti gli spot per la Barilla che vedono la regia di Wim Wenders) nel 2002 esce Next, un saggio sulla globalizzazione e Senza Sangue, un racconto lungo sulla guerra e sulla resistenza. Alla fine di quello stesso anno si ha City Reading Project, riduzione teatrale di alcuni passi di City.


Anche il 2003 è un anno molto ricco: è dell'aprile Partita Spagnola pubblicata con Dino Audino, una sceneggiatura scritta da Baricco nel 1987 con Lucia Moisio, sulla storia di Farinelli, la voce bianca del '700.

A giugno esce il cofanetto Totem. L'ultima tournée, che comprende un film girato da Lucia Moisio durante l'ultima tournée dello spettacolo. Alla cassetta è allegato un volumetto in cui Baricco, Vacis e Tarasco riflettono e dicono la loro su Totem.


A ottobre si ha la lettura in pubblico de Il racconto dell'Iliade, nell'ambito del Roma Europa Festival.  Ma è del 2004 la pubblicazione di Omero, Iliade, una riscrittura in prosa dell'Iliade edita da Feltrinelli, e la tournée del Racconto dell'Iliade, un reading questa volta integrale del testo omerico, basato sulla riscrittura fatta da Baricco e portata in scena a settembre 2004 all'Auditorium di Roma e a ottobre all'Auditorium del Lingotto di Torino.


Nel febbraio del 2005 lascia la sua casa editrice di riferimento, la Rizzoli, e passa alla Fandango di cui diventa anche socio. Alla fine di quell'anno pubblica Questa storia proprio con la casa editrice romana.

02 novembre 2006 Di Grazia Casagrande

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti