Ricerca avanzata
Riassunto

Il fu Mattia Pascal - Riassunto


Luigi Pirandello



tutte le edizioni

Mattia Pascal vive a Miragno, un immaginario paese della Liguria.
Il padre, intraprendente mercante, ha la­sciato alla famiglia una discreta eredità, che presto va in fumo per i disonesti maneggi dell'amministratore, Batta Malagna.
Mattia per vendicarsi compromette la ni­pote Romilda.
Costretto a sposarla si trova a convive­re con la suocera Marianna Pescatori che lo disprezza.
La vita familiare è un inferno, umiliante il modesto impiego nella Biblioteca Boccamazza. Mattia decide allora di fuggire per tentare una vita diversa.
A Montecarlo vin­ce alla roulette un'enorme somma di denaro e per caso legge su un giornale della sua presunta morte. Ha fi­nalmente la possibilità di cambiare vita.
Col nome di Adriano Meis comincia a viaggiare, poi si stabilisce a Roma come pensionante in casa del signor Paleari.
S'in­namora della figlia di lui Adriana e vorrebbe proteggerla dalle mire del losco cognato Terenzio. A questo punto si accorge che la nuova identità fittizia non gli consen­te di sposarsi, né di denunciare Terenzio, perché Adriano Meis per l'anagrafe non esiste.
Architetta allora un finto suicidio per poter riprendere la vera identità. Tor­nato a Miragno dopo due anni nessuno lo riconosce e la moglie è ormai risposata e con una bambina. Non gli resta che chiudersi in biblioteca a scrivere la sua storia e portare ogni tanto dei fiori sulla sua tomba



Luigi Pirandello al lavoro nel 1934

Risorse critiche


• Il fu Mattia Pascal. Romanzo del fu Luigi Pirandello, di Mirella Salvaggio, Pellegrini
• Pirandello e il suo Cristo. Segni e indizi dal «Fu Mattia Pascal», di Paolo Jachia, Ancora
• Il fu Mattia Pascal. Analisi guidata al romanzo, di Alessandro Capata, Alpha Test
• Pirandello: guida al Fu Mattia Pascal, di Claudia Sebastiana Nobili, Carocci
• Luigi Pirandello. Il fu Mattia Pascal, di Cinzia Crepaldi, Vallardi A.
• Jean-Michel Gardair legge «Il fu Mattia Pascal» di Luigi Pirandello, di Jean-Michel Gardair, Metauro
• Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello. Guida alla lettura, di Lidia Gusti e Paola Perotti, Libraccio editore
• Come leggere «Il fu Mattia Pascal» di Luigi Pirandello, di Enzo Lauretta, Ugo Mursia Editore


Note critiche

È uno dei primi romanzi di Luigi Pirandello - pubblicato nel 1904 -, in cui il gusto dell'assurdo e delle complicazioni drammatiche prelude alla grande produzione teatrale che inizierà intorno al 1911.
L'angoscia, la meraviglia, la nostalgia, lo smarrimento di chi tocca il vuoto nascosto dietro i nomi, le apparenze, le convenzioni, danno a questo romanzo un'impronta molto moderna.
Alcuni critici hanno sottolineato come sia mancata a Pirandello la grazia intera d'un tempo ispirato e poetico e come la sua commozione umana e lirica sia anche in quest'opera, come in molte altre, soffocata dal gusto per un'ironia spietatamente dialettica.
Romanzo di successo, fu quasi immediatamente tradotto in tutte le lingue europee e secondo alcuni critici ispirò la scrittura del 'Cadavere vivente' di Tolstoj (affermazione dubbia in quanto pur essendo stato pubblicato nel 1911, il testo teatrale di Tolstoj fu scritto nel 1900).


♠  LA BIOGRAFIA DI LUIGI PIRANDELLO



TORNA ALL'ELENCO COMPLETO DEI RIASSUNTI - CENTINAIA DI CLASSICI DELLA LETTERATURA

.

Commenti (1)

  • AdrianoMeis 24 ago 2016 18:49

    Questa cosa dei riassunti è molto carina! Ne ho letto solo uno, solo questo, però devo dire che sono un po' troppo brevi. Non mi sarebbe dispiaciuto leggere un po' di più!

    Segnala abuso
Già iscritto?
Iscriviti