Ricerca avanzata

Recensioni


    • L' uomo di neve di Nesbø Jo


      Ingredienti: un serial-killer di donne sposate con figli, un pupazzo di neve come presenza fissa sulla scena del crimine, un ispettore norvegese diviso tra lavoro e (ex) famiglia, una scia di sangue che porta a falsi sospetti, tradimenti coniugali e malattie genetiche. Consigliato: a chi non è figlio del proprio padre (a sua insaputa), a chi non riesce a liberarsi da adulto dei traumi dell’infanzia.



      Scritto da angebet, sabato 9 dicembre 2017

        Segnala abuso

    • Suburra di Bonini Carlo e De Cataldo Giancarlo


      Ingredienti: gli epigoni della banda della Magliana negli anni 2000, un maxiprogetto edilizio a scatenare appetiti e alleanze trasversali, due clan in guerra tra Ostia e Cinecittà, il cuore nero della capitale fatto di zingari senza scrupoli, mafiosi fascistoidi, politici corrotti, giornalisti compiacenti, clericali affaristi e militari disonesti. Consigliato: a chi vuol conoscere il marcio ben nascosto sotto le rovine turistiche di Roma, a chi frequenta i bassifondi delle metropoli e dell’animo umano.



      Scritto da angebet, domenica 3 dicembre 2017

        Segnala abuso

    • La casa di ringhiera di Recami Francesco


      Ingredienti: un tappezziere in pensione con l’hobby della criminologia, una casa di ringhiera con vari residenti curiosi e misteriosi, un vicino alcolizzato sparito nel nulla ed un egittologo ucciso come una sfinge, un vortice di eventi caotici e concatenati che trovano ordine e calma nel finale. Consigliato: a chi fa della curiosità un’arma di vita e di ricerca, a chi ama le commedie degli equivoci a tinte gialle.



      Scritto da angebet, mercoledì 29 novembre 2017

        Segnala abuso

    • Romanzo criminale di De Cataldo Giancarlo


      Ingredienti: una banda di criminali decisa a impadronirsi della capitale, 15 anni di storia italiana raccontati attraverso le sue pagine più sporche, un ambiente fatto di ricatti, delitti, droga, armi e soldi riciclati, un commissario di polizia in lotta contro potenti forze del male e deboli forze dell’ordine. Consigliato: a chi vuol sbrogliare una matassa contorta che parte dal sequestro Moro e arriva a Tangentopoli (passando per la strage di Bologna, caso Pecorelli e Banco Ambrosiano), a chi vuol conoscere tre personaggi quasi mitologici (il Libanese, il Dandi e il Freddo) ma realmente esistiti.



      Scritto da angebet, lunedì 20 novembre 2017

        Segnala abuso

    • Una buona scuola di Yates Richard


      Ingredienti: un piccolo college maschile nel Connecticut, un 15enne un po’ sfigato bullizzato dai compagni, un’occasione di riscatto e maturazione attraverso il giornalino scolastico, una chiusura inattesa come segno del tramonto di un’epoca e dell’adolescenza. Consigliato: a chi ha nostalgia di un mondo scolastico sepolto tra i ricordi, a chi è passato attraverso scuole fatte di docenti annoiati e adulteri, famiglie disgregate, adolescenti agitati e dalla sessualità incerta.



      Scritto da angebet, giovedì 16 novembre 2017

        Segnala abuso

    • Considera l'aragosta di Wallace David Foster


      Ingredienti: una fotografia della società americana attraverso i suoi hobby (sport, cinema, libri, radio), una raccolta di articoli, saggi e recensioni di inizio anni 2000, uno spirito osservatore e critico, curioso e onnivoro, varie riflessioni su eventi mondani, fiere paesane, campagne elettorali. Consigliato: a chi vuol conoscere il “ventre molle” degli USA, a chi vuol vedere uno scrittore di successo indossare i panni di sociologo, cronista, critico letterario.



      Scritto da angebet, lunedì 13 novembre 2017

        Segnala abuso

    • Ciò che inferno non è di D'Avenia Alessandro


      Ingredienti: un sacerdote che non si rassegna al male dell’uomo, un quartiere di Palermo omertoso e degradato, l’estate del 1993 con la città ben salda nelle mani della mafia, un 17enne spettatore-narratore della poesia dei bambini, delle donne, dei sognatori. Consigliato: a chi vuol conoscere le tante sfumature dell’inferno in terra, a chi cerca “un posto dove scappare dentro”.



      Scritto da angebet, domenica 5 novembre 2017

        Segnala abuso

    • Rosso come una sposa di Ibrahimi Anilda


      Ingredienti: quattro generazioni di donne albanesi di una numerosa famiglia, un paese povero ma dignitoso come luogo degli eventi, i grandi fatti del 900 come sottofondo per la trama, la vita in un paesino di montagna condizionata da matrimoni, nascite, funerali. Consigliato: a chi vuol conoscere la Khaled Hosseini d’Albania, a chi vuole scoprire la condizione delle donne in una società non troppo lontana dalla nostra.



      Scritto da angebet, domenica 15 ottobre 2017

        Segnala abuso

    • Chiudi gli occhi di Montanari Raul


      Ingredienti: un delitto con violenza sessuale in un paesino sul lago d’Iseo, il presunto colpevole che riappare sulla scena del crimine, uno sfondo fatto di istinti maschili primordiali e desideri femminili inconfessabili, i tasselli mancanti del puzzle mortale ritrovati a 13 anni di distanza. Consigliato: a chi si sente condannato da un destino inevitabile, a chi vuole una rappresentazione a tinte forti dei tratti peggiori della provincia del nord Italia.



      Scritto da angebet, sabato 7 ottobre 2017

        Segnala abuso

    • Madame Bovary. Ediz. integrale di Flaubert Gustave


      Ingredienti: una mogliettina irrequieta e insoddisfatta, un marito di poche pretese e interessi, due tradimenti come via di fuga dalla noia, un vortice senza uscita di sotterfugi, appuntamenti, spese e debiti. Consigliato: a chi non riesce a sottomettersi alle abitudini e diventa schiavo dell’inquietudine, a chi si scontra con la calda passionalità femminile o il freddo pragmatismo maschile.



      Scritto da angebet, venerdì 15 settembre 2017

        Segnala abuso
1 2 3 4 5  ... 
Già iscritto?
Iscriviti