Ricerca avanzata

Recensioni


    • Fine missione di Klay Phil


      Dodici racconti fotografati da uno sguardo sincero e spietato; un libro amaro, pieno di volti ma senza eroi, sulla guerra, soprattutto privata, che un soldato conduce sul campo e nel ritorno a casa. Un libro che trova il suo equilibrio lontano da ogni retorica (dalla retorica guerresca, ma anche da quella antimilitarista). In Italia lo leggeranno in pochi, perché dire "racconti" sulla sovraccoperta di un prodotto editoriale, per qualche ragione che non comprendo, è come applicare un bollino che reciti "Non comprate questo libro". Peccato, perché i suoi lettori li troverebbe facilmente, un libro come questo: almeno tutti quelli che hanno apprezzato i film di Katherine Bigelow ("The hurt locker" e "Zero dark thrirty", ma anche "Jarhead di Sam Mendes) e hanno storto la bocca di fronte all'ultimo, fascista Eastwood.



      Scritto da pat, lunedì 25 maggio 2015

        Segnala abuso

    • Un Un terribile amore di Dunne Catherine


      Uno dei romanzi più intensi e passionali dell'autrice che meglio sa parlare delle donne e dei loro sentimenti. La storia di un rapporto sbagliato e di una vendetta. La Dunne la seguo da tempo, e devo dire che è un'autrice che raramente lascia a bocca asciutta. Secondo me è una scrittrice popolare - questo non vuol dire che non sia capace di finezze - capace di giocare bene con un'immagine più alta di quella che spetterebbe a un'autrice i cui libri contengono quasi sempre la parola "amore" nel titolo. Merito anche della bravura di Guanda, che ha saputo costruirle attorno una specie di "aura" autoriale. Io invece dico che si tratta di intrattenimento, e che proprio in quello specifico i libri della Dunne adempiono alla propria onorevolissima missione. That's entertainment. E allora?



      Scritto da pat, lunedì 25 maggio 2015

        Segnala abuso

    • I I segreti di Heap House. Iremonger. Vol. 1 di Carey Edward


      In una cupa Londra vittoriana una strana famiglia regna su un mondo di oggetti dimenticati. Spetterà a Lucy e Clod sconfiggere il peso della tradizione. Avete notato che certe volte i nomi e i cognomi sembrano prefigurare un destino? Io, per esempio, nel leggere "carey" e guardando il disegno in copertina del libro, avevo pensato immediatamente a "Gorey", quell'altro Edward pubblicato da Adelphi che era bravissimo a fondere, nei suoi disegni e nelle sue filastrocche, una immaginazione gotica con gocce di umorismo veramente british... qui non siamo lontanissimi da quelle atmosfere, ma chi ha letto "Tito di Gormenghast" e gli altri libri di Merwyn Peake ritroverà anche quel genere di fantasmagoria tetra e divertente a un tempo. Niente di nuovo, insomma, ma il viaggio può valere il prezzo del biglietto.



      Scritto da pat, lunedì 4 maggio 2015

        Segnala abuso

    • La La pecora nera di Singer Israel J.


      Viaggio nella memoria di uno scrittore: Singer ci conduce per mano in un villaggio polacco immerso nei valori della tradizione ebraica seguendo il filo dei suoi ricordi. Chi conosce l'opera dei due fratelli Singer - stile diverso, ma temi e atmosfere molto simili - sa cosa aspettarsi da un libro come questo: l'affresco struggente di un mondo che la Storia ha cancellato nel volgere di mezzo secolo. La penna di Singer, come al solito, è capace di restituirci con grandissima efficacia tutta la portata di una cultura ricca e complessa attraverso i suoi riti, le idiosincrasie di coloro che vi dovevano "star dentro", mentre si sente già bussare alla porta di quella parte d'Europa. E sappiamo come andrà a finire.



      Scritto da pat, lunedì 4 maggio 2015

        Segnala abuso

    • Camille di Lemaitre Pierre


      Ancora una donna da salvare per l’ispettore Camille Verhoeven: ma Anne è davvero chi dice di essere? Quanto siamo disposti a rischiare per le conseguenze dell’amore? Lemaitre - omen nomen - è un maestro nel tratteggiare il suo protagonista. Se nella botte piccola sta il vino buono, come vuole l'adagio popolare, nel commissario ai limiti del nanismo stanno una perspicacia unica e un carattere adamantino, per rigore etico e determinazione incrollabile. Se avete amato "Alex" - per me un bellissimo thriller - non fatevi scappare questo "Camille".



      Scritto da pat, lunedì 4 maggio 2015

        Segnala abuso

    • Una Una vita intera di Seethaler Robert


      Un uomo semplice e solitario alle prese con i grandi cambiamenti del Novecento. È una storia d'amore che risulterà commovente per chi ha amato Stoner, anche se la cornice storica che funge da ambientazione non potrebbe essere più diversa da quella che dava il contesto all'avventura (tutta interiore, beninteso) dell'uomo qualunque immaginato e narrato da WIlliams. Che tutti e due gli autori fossero rimasti folgorati da Musil? Mah, temo che non lo sapremo mai... quel che è certo è che il Novecento ha spinto scrittori di enorme talento a misurarsi con il tema dell'identità individuale in tempi di coscienza di massa. La mitezza di Andreas Egger, protagonista d "Una vita intera", è diretta emanazione delle qualità interiori di quest'uomo. Qualità che - come nel caso di Musil e in quello di Williams - sono tutt'altro che irrilevanti o assenti. È anche una sfida a un canone del romanzo, se vogliamo: arduo è raccontare in modo avvincente "characters" apparentemente piani (... non "piatti", eh? Piani. Altrimenti sarebbe ingiusto), dando profondità e spessore psicologico a quel che merita di essere approfondito. In questo caso, come negli altri due che ho preso (forse impropriamente) ad esempio, l'esperimento può dirsi riuscito.



      Scritto da pat, lunedì 13 aprile 2015

        Segnala abuso

    • Vite di Van Loon di Van Loon Hendrik Willem


      La Arslan - scrittrice che personalmente apprezzo sin dai tempi de "La masseria delle allodole" - ripropone tre tra le più interessanti e bizzarre cene messe in scena da Van Loon per raccontare e rendere vivi mostri sacri della letteratura, della musica e della storia.



      Scritto da pat, martedì 7 aprile 2015

        Segnala abuso

    • Wild di Strayed Cheryl


      A soli ventisei anni, Cheryl Strayed parte alla ricerca di sé e decide di attraversare a piedi l'America selvaggia per oltre quattromila chilometri. Tra montagne, foreste, animali, rocce impervie e torrenti impetuosi, quello che emerge dalle pagine di questo libro non è un semplice on the road book, ma una vera riflessione sulla possibilità (e l'opportunità) di sottrarsi a quelli che sembrano sentieri già tracciati per noi, magari imboccando sentieri (reali) e strade bianche per cercare nuovi spazi e nuovi suoni. Un bel libro, sul film sospendo il giudizio... perché non l'ho visto!



      Scritto da pat, martedì 7 aprile 2015

        Segnala abuso

    • La La crisi in giallo di


      Nicola Fantini e Laura Pariani, Dominique Manotti, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Francesco Recami, Gaetano Savatteri: sette giallisti alle prese con la crisi economica dei nostri tempi. La formula non è più freschissima, è vero, ma fino a che gli autori di casa Sellerio continueranno a farsi ispirare pretestuosamente da qualunque stormir di foglie (non che la crisi non sia uno spunto più che valido, intendiamoci), non c'è davvero da lamentarsi. A me personalmente è Recami a piacere più di tutti, ma non mi dispiacciono affatto anche Savatteri e Manzini. Sarà vera gloria? Boh, quel che conta è che ci si diverte, a leggere questo libriccino.



      Scritto da pat, martedì 7 aprile 2015

        Segnala abuso

    • Ballo in maschera di Szabò Magda


      Una ragazzina senza madre, una maestra che non si arrende mai, un ballo in maschera per rivelarsi al mondo. Un romanzo in cui Magda Szabò - chi non conoscesse ancora questa grande scrittrice può cominciare da qui - ci fa amare la piccola Kristi. La più grande virtù di quest'autrice, secondo me, è quella di riuscire a riassumere efficacemente interi panorami storici condensandone il portato attraverso la descrizione delle vite che da quei cambiamenti sono investite e spesso travolte. Brava Magda!



      Scritto da pat, lunedì 23 marzo 2015

        Segnala abuso
1 2 3 4 5  ... 
Già iscritto?
Iscriviti