Ricerca avanzata
Recensione

Natale sotto le stelle copertina
  • Swan Karen
  • Natale sotto le stelle
  • Newton Compton
  • 2017

Natale sotto le stelle di Karen Swan

«Meg alzò lo sguardo al cielo. Quello vero. Il suo, in camera da letto, non guizzava, non tremolava né saltava come questo. Lei non era in grado di catturare quei toni così vividi. Si sentì rianimare, i sensi sbocciare come se quel cielo le stesse mostrando esattamente quanto magica e imprevedibile può essere la vita e, guardandolo danzare, ebbe la sensazione che quella danza fosse un gran finale apposta per lei.»

Che sia un appartamento rimasto intatto per settant’anni nel cuore di Parigi e improvvisamente tornato al presente, o l’intervista di un’astronauta che, dopo aver passato mesi nello spazio, rivela di aver visto alcuni colleghi stringere amicizie con i radioamatori che li contattavano regolarmente, è da fatti unici e suggestivi, come in questi due casi, che l’autrice Karen Swan trae spunto per le sue storie.
Quello che farebbe traballare la sicurezza di chiunque scriva per mestiere, nelle sue mani diventa materiale per parlare di farfalle nello stomaco, di amicizia e della crescita e scoperta di sé di una giovane donna contemporanea.

Meg, la protagonista di questo romanzo – ventisei anni, un fidanzato storico, un’amica del cuore, una sorella lontana, un lavoro modesto – ha ben chiaro qual è il suo futuro, ma dopo una violentissima tempesta di neve tutto dovrà essere ripensato e ricostruito.
Come riuscirci? La risposta che dà Karen Swan è: con la distanza. Ci vuole l’obiettività di uno sguardo nuovo perché si possa cogliere quello che fino ad oggi era rimasto oscuro e soprattutto quello che è sempre stato lì di fronte a noi ma che non abbiamo mai visto.

Natale sotto le stelle è la storia a tappe, in ordine cronologico, dei nove mesi successivi alla tempesta. A fare da sfondo, incantevoli baite immerse in riserve naturali, sport estremi, datori di lavoro più unici che rari, orsi famelici e cani dolcissimi, drink in locali esclusivi di Toronto, tempismi curiosi, matrimoni all’aria, oscuri segreti, colpi di fortuna e un cielo stellato che – a volte ispirante conforto, a volte furente e crudele, sempre fonte di grandi aspettative – regna sovrano sui protagonisti, ne orienta lo sguardo, ne decide le sorti, ne ispira i sogni.

Recensione di Violetta Marzano


Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti