Ricerca avanzata
Recensione

Lo Lo spettro. Storia di Fabri Fibra copertina

Lo spettro. La storia di Fabri Fibra, di Epìsch Porzioni

Come si spiega che nel 2006, ovunque andassi, qualcuno metteva su Applausi per Fibra?
Quando diventi patrimonio della ggente ciascuno si farà la sua opinione su di te.
Non ho detto idee, quelle sono morte nel nostro paese dalla messa in onda di Drive In.
Prova a smentirmi: per tutti Applausi per Fibra è un pezzo autocelebrativo, paraculo e orecchiabile.
A me è sempre sembrato molto amaro.


Per antonomasia sulla cover di un libro campeggia quasi sempre “biografia non autorizzata” perché le very important people non ti autorizzano quasi mai a parlare dei fatti loro e se proprio deve uscire qualcosa sulla loro vita, sono loro stessi a firmarlo. Per cui leggere “biografia autorizzata” sulla copertina di Lo spettro. Storia di Fabri Fibra, incuriosisce parecchio. Aggiungiamoci che il protagonista, Fabri Fibra, promette bene e che la casa editrice, la Chinaski Edizioni, garantisce sul fatto di non trovarsi davanti un prodotto “per tutti i gusti”. L’autore Epìsch Porzioni ha scritto molto di rock e già dall’introduzione mette bene in chiaro che in questa sua escursione nel rap nazionale non farà sconti a nessuno. Porzioni resta concentrato da subito sul discorso musicale, recupera ascolti, in generale si abbuffa della musica di Fabri Fibra, fin dall’album di esordio. Si intuisce da subito che il rapper ha una congenita predisposizione per le rime e che il biografo ne caverà ogni possibile ragno da buco. Per cui niente interviste a familiari, compagni di classe, prime fidanzate o ultime fidanzate, niente collaboratori, niente migliori amici e niente nemici. Ma allora è una biografia di aria fritta? No, è un divertente e surreale viaggio nella produzione discografica di Fabri Fibra. Un libro scritto in prima persona, un backstage del libro stesso, in cui Epìsch Porzioni non tira indietro il piede, dileggia quando c’è da dileggiare, elogia quando c’è da elogiare, è scrittore e lettore insieme. Anche se questa monografia non ha una griglia di capitoli e sottocapitoli in cui cercare facilmente posti, luoghi, date etc., c'è comunque molto. Magari non tutto ma certamente molto. Epìsch Porzioni con il suo stile compulsivo e dissacrante contende il ruolo di star allo stesso Fibra, un po' come in quei documentari in cui l'appeal del conduttore quasi supera quello dei contenuti. Lo spettro. La storia di Fabri Fibra, sicuramente divertente, apre uno sguardo sul mondo del rap nazionale.

Epìsch Porzioni - Lo spettro. La storia di Fabri Fibra
200 pag., 15,00 € - Edizioni Chinaski Edizioni 2011 (Voices)
ISBN 9788889966709

Tutti i dischi di Fabri Fibra in commercio


20 aprile 2011  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti