Ricerca avanzata
Recensione

Apocalisse Z copertina

Apocalisse Z, di Manel Romero

25 GENNAIO, ORE 02.36 ACCESSO 32 Sono qui. Merda. Li vedo dalla finestra. Ce ne sono decine, centiania, migliaia. Sono ovunque. Che Dio mi protegga. Cristo santo, non è possibile... Sto per vomitare.

La storia editoriale di Apocalisse Z inizia cinque anni fa, nel dicembre del 2005. Ed inizia nella blogosfera spagnola. Manel Louriero è un avvocato che vive a Pontevedra, nella regione della Galizia. Nel 2005 Louriero apre un blog e inizia a raccontare in forma diaristica la fine del mondo. L’apocalisse è causata da un’epidemia che trasforma il genere umano in zombie. Il successo del blog scatena un meccanismo abbastanza comune negli ultimi anni: il passaggio di contenuti dalla rete al libro. I numeri per un investimento editoriale erano allettanti, 3 milioni di contatti, 500.000 messaggi in bacheca. Apocalipsis Z dopo il successo nella rete ottiene anche quello nel mercato editoriale. Sono passati cinque anni ed ecco sbarcare in Italia questo titolo per le edizioni Nord, che a quanto pare dopo Orgoglio e pregiudizio e zombie, hanno deciso di scommettere nuovamente sulle creature amate da George A. Romero.

Ha trent'anni. È un avvocato. Vive in una cittadina della Galizia, in Spagna. Come tutti, apprende la notizia dalla televisione: in una piccola repubblica del Caucaso, un gruppo di guerriglieri ha preso d'assalto una base militare russa. Un "normale" atto terroristico in una delle zone più turbolente e instabili del pianeta? Così sembra. Ben presto, però, s'insinua il sospetto che sia successo qualcosa di più grave. Qualcosa che non può essere controllato. Un'esplosione atomica? Un virus? Tra lo sconcerto generale, la Russia annuncia la chiusura delle proprie frontiere e, nel giro di pochi giorni, tutti i Paesi dell'Unione Europea fanno lo stesso. Poi intere città vengono isolate e messe in quarantena. Poi entra in vigore la legge marziale. Ma è tutto inutile. Ormai niente è più come prima. Non c'è elettricità, manca l'acqua potabile, la benzina è finita, gli scaffali dei negozi sono vuoti. Nessun uomo gira per le strade. Perché chi lo fa non è più un uomo. È diventato uno zombie. Ha trent'anni. È un avvocato. Vive in una cittadina della Galizia, in Spagna. E forse è l'unico sopravvissuto all'Apocalisse Z...

Manel Loureiro - Apocalisse Z
413 pag., 16,60 € - Edizioni Nord
ISBN 9788842916956


l'autore


09 novembre 2010  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti