Ricerca avanzata

Citazioni

"Subito dopo il creatore di una buona frase viene, in ordine di merito, il primo che la cita"
Ralph Waldo Emerson, Letters and Social Aims

Tutte le citazioni Le citazioni di sandra Le più famose Più recenti I miei amici I miei autori
    • Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Gadda Carlo Emilio

      Segnala abuso

      Tutti oramai lo chiamavano don Ciccio. Era il dottor Francesco Ingravallo comandato alla mobile: uno dei più giovani e, non si sa perché, invidiati funzionari della sezione investigativa: ubiquo ai casi, onnipresente su gli affari tenebrosi. Di statura media, piuttosto rotondo della persona, o forse un po' tozzo, di capelli neri e folti e cresputi che gli venivan fuori dalla fronte quasi a riparargli i due bernoccoli metafisici dal bel sole d'Italia, aveva un'aria un po' assonnata, un'andatura greve e dinoccolata, un fare un po' tonto come di persona che combatte con una laboriosa digestione: vestito come il magro onorario statale gli permetteva di vestirsi, e con una o due macchioline d'olio sul bavero, quasi impercettibili però, quasi un ricordo della collina molisana.



      Scelta da sandra, giovedì 14 novembre 2013

      Condividi
    • Ragazze di campagna di O'Brien Edna

      Segnala abuso

      Il mio letto era davanti a una finestra e riuscivo a vedere lo scintillio delle stelle in un angolo di cielo. Mi piaceva stare sdraiata a guardare le stelle, ad aspettare che scomparissero oppure spuntassero o che si incendiassero all'improvviso, come un fuoco d'artificio. Aspettavo che succedesse qualcosa in quel silenzio mortale e infelice.



      Scelta da sandra, mercoledì 10 luglio 2013

      Condividi
    • La La casa tonda di Erdrich Louise

      Segnala abuso

      I suoi passi erano silenziosi. Sembrava che galleggiasse nell'aria. Mio padre e io l'avevamo seguita fino alla porta, e io credo che, guardandola, ebbimo l'impressione, tutt'e due, che stesse per raggiungere un luogo di totale solitudine da cui forse nessuno avrebbe più potuto farla uscire.



      Scelta da sandra, venerdì 5 luglio 2013

      Condividi
    • La La metamorfosi e tutti racconti pubblicati in vita di Kafka Franz

      Segnala abuso

      Quando Gregor Samsa si svegliò una mattina da sogni inquieti, si trovò trasformato nel suo letto in un immenso insetto. Era disteso sul dorso duro come una corazza e, se sollevava un poco il capo, scorgeva il proprio ventre convesso, bruno, diviso da indurimenti arcuati, sulla cui sommità la coperta, sul punto di scivolare del tutto, si tratteneva ancora a stento. Le numerose zampe, miserevolmente sottili in confronto alle dimensioni del corpo, gli tremolavano incerte dinanzi agli occhi. (Incipit)



      Scelta da sandra, mercoledì 3 luglio 2013

      Condividi
    • Joyland di King Stephen

      Segnala abuso

      La gente pensa che il primo amore sia tanto dolce, e lo diventi ancora di più quando il legame si spezza. Conoscerete almeno un migliaio di canzoni pop e country sull'argomento, con qualche povero scemo dal cuore infranto. Ma quella prima ferita è la più dolorosa, la più lenta a guarire e lascia una cicatrice orribile. Che ci sarà di dolce...



      Scelta da sandra, mercoledì 5 giugno 2013

      Condividi
    • Il Il caso di Conrad Joseph

      Segnala abuso

      "Sì, quella fanciulla giovanissima, poco più che una bambina: ecco cosa stava per succederle. E se mi domandi come, perché, per quale ragione, ti risponderò: Suvvia, per caso! Per puro caso, così come accadono le cose, fortunate e sfortunate, terribili o tenere, importanti o meno; e anche le cose che non sono né l'uno né l'altro, cose per loro natura assolutamente neutrali, al punto che ti verrebbe da chiederti perché accadano se non sapessi che anch'esse, nella loro insignificanza, portano i semi di ulteriori innumerevoli casualità".



      Piace a 1 utente della community

      Scelta da sandra, lunedì 13 maggio 2013

      Condividi
Già iscritto?
Iscriviti