Ricerca avanzata

L' L' ultimo lettore

L' L' ultimo lettore - Piglia Ricardo - wuz.it

di

Al confine tra narrativa e saggistica, Ricardo Piglia propone un viaggio attraverso la bella letteratura, ricostruendo in modo originale una possibile storia della figura del lettore, il suo ruolo chiave nell'evoluzione della letteratura stessa. Le icone di quest'avventura sono molte: Borges con la pagina appiccicata ai debolissimi occhi, Joyce con la lente d'ingrandimento, il Che che legge su un albero nella selva, ma anche Amleto, Lévi-Strauss o poco noti scrittori argentini ottocenteschi dal cuore delle pampas. Ponendo la domanda "chi è il lettore?", Piglia pensa anzitutto a Borges, ultimo lettore per eccellenza, che ha perso la vista sui libri e ha continuato a leggere senza gli occhi. Piglia passa poi alla figura del lettore immaginario, attraverso il quale sviluppa una storia del genere poliziesco, partendo da Poe fino ad arrivare al thriller contemporaneo. Il gradino successivo è il ponte tra letteratura e politica, illustrato attraverso la vicenda di Che Guevara, "scrittore mancato", definito anche "scrittore on the road" in parallelo con la beat generation americana.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 4 lettori

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Patricija il 06 lug 2016 12:35 Segnala abuso

    “Allora compresi quello che già sapevo: ciò che possiamo immaginare esiste sempre, in un’altra scala, in un altro tempo, nitido e lontano, come in un sogno”. /// Il lettore ha tante vite quante...

    leggi tutto »

    “Allora compresi quello che già sapevo: ciò che possiamo immaginare esiste sempre, in un’altra scala, in un altro tempo, nitido e lontano, come in un sogno”. /// Il lettore ha tante vite quante quelle dei personaggi che incontra. Allo stesso modo ha tanti mondi. Entra nel fantastico e scorge il reale, varca le porte del tempo e tutto diviene presente. Lo straordinario si fa usuale e l’usuale straordinario. Leggere è fuga e rifugio, ma è anche condivisione e apertura. Leggere è un atto eccezionale. E sovversivo. Sempre.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Cos'è un lettore? Quante possibili risposte a questa domanda!Qual è l'anima del lettore, cosa lo induce a cercare continuamente la pagina scritta, da cosa viene affascinato? Quante possibili domande...E cos'è la lettura? A questo quesito davvero Ricardo Piglia risponde con competente pienezza. Attraverso la voce dei grandi autori e attraverso riflessioni personali ricostruisce un percorso di approfondimento appassionante e originale lungo la lunga strada della lettura. Alcune riflessioni ci colpiscono nel rpofondo: "esiste una lunga relazione tra droga e scrittura, ma poche tracce di una possibile relazione tra droga e lettura, salvo in certi romanzi (di Proust, di Arlt, di Flaubert) dove la lettura si trasforma in una dipendenza che distorce la realtà, una malattia e un male". Ma senza arrivare a questi estremi, "ripercorrere il modo in cui è rappresentata la figura del lettore in letteratura significa lavorare su casi concreti, singole storie che cristallizzano reti e mondi possibili". Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(4)

Tutti i lettori

Biografia

Piglia Ricardo
Piglia Ricardo

Ricardo Piglia è stato professore di Letteratura sudamericana alla Princeton University,... leggi tutto