Ricerca avanzata

Io le pago. Memorie a fumetti di un cliente di prostitute

Io le pago. Memorie a fumetti di un cliente di prostitute - Brown Chester - wuz.it

di

L'amore romantico? Non esiste. Meglio il sesso a pagamento. Soddisfatto, emotivamente impassibile, uno dei mostri sacri del fumetto nordamericano si confessa. Un diario dettagliato, provocatorio, irriverente delle esperienze di Chester Brown a letto con le prostitute. Felice di pagare per essere felice.

Dettagli sul libro
Nella libreria di 1 lettore

Il voto della community

0,0
  • Trama
  • Personaggi
  • Stile
  • Incipit
  • Finale
  • Copertina

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Non sono presenti recensioni per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne una?
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?

Il parere della redazione di Wuz

  • Mettersi a nudo. Completamente, senza reticenze, senza nessun desiderio di mostrarsi diversi da quel che si è.Forse questo è l’atto intellettualmente più onesto che si possa compiere, quello che richiede il più grande coraggio; e chi riesce nell’intento – in qualunque ambito artistico ed espressivo – è davvero degno di essere chiamato artista.Una leva di cartoonist canadesi sta silenziosamente muovendo guerra al pregiudizio che vede quel medium – la settima arte, come viene definito il fumetto quando si vuole dare ad esso una patente “alta”  - adatto solamente a raccontare storiellette o a disegnare rapidi sketch umoristici. Negli ultimi anni, i lettori di fumetti hanno visto attecchire e proliferare una scuola di autori capaci di scavare fino in fondo alle proprie nevrosi, alle proprie debolezze e alle proprie paure con una sincerità totale. Attraverso la sinergia di disegno e parola scritta, traducendo in quadri narrativi di volta in volta grezzi o raffinatissimi le sensazioni provate, le esperienze vissute e l’immagine di sé con la quale devono fare i conti, questi graphic novelists hanno inaugurato un nuovo modo di raccontarsi, cogliendo una peculiarità della narrativa per immagini che apre orizzonti inaspettati.Come già Joe Matt con i suoi “Poor bastard” e “Il bel tempo”, Chester Brown (che di Matt nella vita reale è amico al punto da averne fatto uno dei personaggi del suo graphic novel) non ha paura di andare fino in fondo: novello Montaigne, egli è l'oggetto del suo libro, e ha tutta l'intenzione di condurre su di sé un esperimento di verità. Vuole raccontarsi senza finzioni né filtri, insomma, deciso ad assumersi tutte le sue responsabilità di fronte al lettore. “Ma di quale orribile colpa si sarà mai macchiato, questo povero fumettista?”, vi starete chiedendo dopo un simile preambolo? Semplicemente, Brown ha deciso di raccontare per filo e per segno il suo rapporto con le donne da molti anni a questa parte, riassumendone la premessa indispensabile fin dal titolo che ha scelto di dare al suo graphic novel: io le pago. Continua a leggere

Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Brown Chester
Brown Chester

Fra i più importanti esponenti del “rinascimento” del fumetto alternativo... leggi tutto