Ricerca avanzata

Il Il libero mercato dell'amore

Il Il libero mercato dell'amore - Grunberg Arnon - wuz.it

di

Roland Oberstein, quarantun anni, felicemente divorziato e padre di un bambino, sa bene come va il mondo. Docente universitario di Economia, è consapevole che il libero mercato regna sovrano, specialmente in amore. Tutto ruota intorno alla scarsità, al gioco di domanda e offerta. Il mondo da lui concepito ha una sua logica evidente e sembra privo di sentimenti come la colpa, la gelosia, il risentimento o il romanticismo. Quando ottiene un incarico all'Università George Mason di Fairfax, Stati Uniti, Oberstein lascia la moglie e il figlio di cinque anni per andare a vivere in un hotel della cittadina americana. Ad Amsterdam lascia anche la sua nuova fiamma, che a volte gli telefona sconsolata. Tutto cambia quando, in un momento di debolezza, Oberstein acconsente alla richiesta dell'ex moglie di averlo vicino almeno una parte dell'anno per condividere l'educazione del figlio. Per un semestre, dunque, darà lezioni di Economia all'Università di Leida e niente sarà più come avrebbe dovuto essere. L'Olanda, e più in generale l'Europa, la terra che Oberstein ha sempre trovato profondamente decadente e corrotta, lo irretisce e travolge, dal punto di vista sia professionale che personale. E il meccanismo ben oliato della sua vita, a questo punto, fatalmente si inceppa.

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 2 lettori

Il voto della community

0,0
  • Trama
  • Personaggi
  • Stile
  • Incipit
  • Finale
  • Copertina

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Q3ttola il 20 apr 2015 17:26 Segnala abuso

    Grunberg mi piace assai. Qui, per esempio, ci ammannisce delle graffianti variazioni sul tema del libero mercato e del gioco, dell'amore proibito e del piacere perverso, del tradimento e...

    leggi tutto »

    Grunberg mi piace assai. Qui, per esempio, ci ammannisce delle graffianti variazioni sul tema del libero mercato e del gioco, dell'amore proibito e del piacere perverso, del tradimento e dell'abuso di potere. Se vi sembra troppo, per un solo libro, non conoscete questo scrittore. La penna di Grunberg sta sempre un passo indietro rispetto alla sua acutissima intelligenza. Con questo voglio dire che è il tipo di scrittore che non si lascia mai prendere la mano da calligrafismi o virtuosismi (di cui, pure, sarebbe ben capace). Scrittura asciutta, ai limiti dello scabro, ma è sempre leggibile in filigrana una umanissima pietas per i soggetti i cui tic e le cui nevrosi irride tanto efficacemente. Leggetelo, e leggete anche il suo alter ego Marek Van der Jagt (bellissimo il suo "Storia della mia calvizie"... un capolavoro, secondo me).

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(2)

Tutti i lettori

Biografia

Grunberg Arnon
Grunberg Arnon

Arnon Grunberg scrive anche sotto lo pseudonimo Marek van der Jagt.Dopo una gioventù... leggi tutto