Ricerca avanzata

Risacralizzare il cosmo. Per una visione integrale...

Risacralizzare il cosmo. Per una visione integrale della realtà - Laszlo Ervin - wuz.it

Risacralizzare il cosmo. Per una visione integrale della realtà di

"Il nostro non è più quel genere di mondo che il buon senso comune si aspetterebbe: un mondo semplice e ordinato in cui le cose si comportano come oggetti materiali solidi e sono qui oppure lì. Certo è vero che tali condizioni valgono nelle nostre immediate vicinanze, ma si rivelano essere limitate a determinati ordini di grandezza e ampiezza, e a determinate dimensioni di velocità. Oltre queste dimensioni, il mondo si fa sempre più strano." Cercando una nuova chiave di interpretazione del mondo che ne spieghi appunto questa apparente "stranezza", Laszlo, scienziato e presidente del Club di Budapest, indica un percorso che la scienza da tempo ha dimenticato, un percorso che fa riscoprire un universo unificato, un mondo rispiritualizzato. Infatti, secondo l'Autore, tutti gli aspetti e le dimensioni del cosmo, dall'atomo alle galassie, dall'anima al cervello, dalla nascita alla morte, sono connessi e integrati tra loro, in maniera non così dissimile dalle visioni spirituali della realtà proprie dell'Induismo e delle religioni dei nativi americani. Da qui, la riflessione di Laszlo, unita a quella dei numerosi contributi raccolti, diventa un invito a tradurre qesta integrità e coerenza dell'universo, questa riscoperta del sacro universale, in decisioni consapevoli, frutto di una morale derivata da un cosmo "reincantato".

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 1 lettore

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • dogen il 05 feb 2019 15:12 Segnala abuso

    Da sempre l'umanità si è rivolta al sovrannaturale per cercare conforto di fronte a tutte le cose che non riusciva a comprendere. La scienza, faticosamente e procedendo per errori e tentativi, è...

    leggi tutto »

    Da sempre l'umanità si è rivolta al sovrannaturale per cercare conforto di fronte a tutte le cose che non riusciva a comprendere. La scienza, faticosamente e procedendo per errori e tentativi, è riuscita a spiegarne alcune, spostando però soltanto il confine tra il noto e l 'ignoto. Le religioni si fondano sul credere, senza tentennamento alcuno, alle loro affermazioni, la scienza invece si basa sul dubbio e la verifica. Ognuno ha il diritto di scegliere la visione che preferisce. Quello che non condivido è questa bramosia di " sposare" questi due mondi, specialmente se per farlo si arriva a spacciare per scientifiche eventi e teorie che non lo sono. Non siamo ancora in grado, per esempio, di spiegare scientificamente alcuni fenomeni della fisica quantistica (come in passato i tuoni ed i fulmini) ma questo non autorizza, a mio avviso, a farlo ricorrendo a motivazioni sovrannaturali.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(1)

Tutti i lettori

Biografia

Laszlo Ervin
Laszlo Ervin

leggi tutto