Ricerca avanzata

Norwegian wood. Tokyo blues

Norwegian wood. Tokyo blues - Murakami Haruki - wuz.it

di

Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull'adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli "altri" per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un'istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.

Dettagli sul libro
2 recensioni
Nella libreria di 246 lettori

Il voto della community

9,2
  • Trama 9,3
  • Personaggi 9,4
  • Stile 9,7
  • Incipit 8,8
  • Finale 9,3
  • Copertina 8,9

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Ignis il 17 nov 2013 18:32 Segnala abuso

    Il romanzo di Murakami è un’originale opera narrativa, che pone in primo piano i profondi valori dell’interiorità, senza angustiare i lettori con retoriche elucubrazioni intellettualistiche. Le...

    leggi tutto »

    Il romanzo di Murakami è un’originale opera narrativa, che pone in primo piano i profondi valori dell’interiorità, senza angustiare i lettori con retoriche elucubrazioni intellettualistiche. Le pagine scorrevoli e dirette catturano e incantano, pur affrontando contenuti di grande spessore morale. Il testo può essere identificato come “l’educazione sentimentale” del giovane Watanabe, che interrogandosi continuamente sulle varie sfaccettature della sua identità e soprattutto sui sentimenti, cerca di pervenire ad una completa maturazione e scoperta di se stesso. L’inizio del libro risulta di grande effetto psicologico: il protagonista nel sentire la canzone: “Norwegian wood” dei Beatles, si sente sconvolgere, in quanto questa gli ridesta emozioni forti di un passato non dimenticato. E noi ci rispecchiamo subito nel personaggio: quante volte nell'ascoltare un brano musicale legato ad un’esperienza significativa non del tutto sepolta nella nostra mente, sentiamo riaffiorare sentimenti, situazioni di grande impatto! Sono queste pagine veramente uniche: che cosa sono i ricordi? Perché essi scompaiono, si perdono, quando noi ci sforziamo di farli riemergere? Murakami riesce anche stabilire un incontro tra cultura giapponese e occidentale: i modelli di Fitzgerald, Salinger, Dickens rendono la sua opera quanto mai completa e universale. Indubbiamente il romanzo risulta esser profondo, chiaro nell'espressione ed emotivamente coinvolgente; molti lettori si sono identificati nella vicenda e nel percorso del protagonista, facendoli propri. In definitiva la lettura di tale testo può rappresentare un’occasione unica per condividere l’itinerario esistenziale di Murakami... alla scoperta di se stessi.

    « chiudi

     
  • corvorosso il 17 nov 2013 10:21 Segnala abuso

    Murakami scioglie in questo libro le sensazioni della gioventù giapponese anni '60. Ma ciò che ne esce non è un romanzo storico ma un romanzo intriso di interiorità psicologica. Il protagonista,...

    leggi tutto »

    Murakami scioglie in questo libro le sensazioni della gioventù giapponese anni '60. Ma ciò che ne esce non è un romanzo storico ma un romanzo intriso di interiorità psicologica. Il protagonista, Toru Watanabe, ricerca, più che una strada dentro la società del sol levante, un strada interiore che gli permetta di capire l'amore e quindi la vita. Ciò che gli accade intorno è solo contorno a ciò che gli accade dentro e cioè l'oscillazione amorosa tra la diafana Naoko e la esuberante Midori, tra le lezioni universitarie e la ricerca di un vivere che non ha ancora una base su cui appoggiarsi. Murakami usa come sempre la penna come un coltello affilato che sezione in strati sottili i moti dell'animo e lo scorrere del tempo. Ogni pagina scandisce millimetricamente lo svolgersi dei sentimenti, delle ore, dei giorni. Ci si addentra non solo nei pensieri dei protagonisti ma nei loro movimenti interiore che di pari passo procedono con il ticchettio del tempo. La concentrazione descrittiva su singoli particolari pare a volte inchiodare il racconto ma, voltata la pagina, ci si rende conto che ogni pagina è come un mattoncino di Lego e ogni mattoncino è indispensabile alla costruzione finale e nessuno di essi è superfluo. La scrittura di Murakami è qui meno penetrata di evasioni verso mondi paralleli ma è regolata, come sempre, su un metronomo che scandisce la volontà di esplorare mondi interiori a noi sconosciuti.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(246)

Tutti i lettori

Biografia

Murakami Haruki
Murakami Haruki

Murakami Haruki è nato a Kyoto ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti... leggi tutto

Liste con questo libro

Vedi tutte le liste con questo libro